Johnson&Johnson, coronavirus

A darne l’annuncio sul suo sito è stata proprio l’azienda Moderna tramite una nota. Intanto ci si prepara a testare una terza dose di richiamo

“La vaccinazione con il vaccino Moderna COVID-19 ha prodotto titoli neutralizzanti contro tutte le principali varianti emergenti testate, comprese B.1.1.7 e B.1.351, identificate per la prima volta nelUK e Repubblica del Sud Africa, rispettivamente” questo quanto si apprende tramite una nota divulgata sul sito dell’azienda americana Moderna. “Nonostante questa riduzione, i livelli di titolo neutralizzante con B.1.351 rimangono al di sopra dei livelli che ci si aspetta siano protettivi”.

Potrebbe interessarti:

Per una maggiore sicurezza l’azienda testerà un’ulteriore dose di richiamo del suo Covid-19 Vaccine (mRNA-1273) per studiare la capacità di aumentare ulteriormente i titoli neutralizzanti contro i ceppi emergenti. “Mentre cerchiamo di sconfiggere il virus COVID-19, che ha creato una pandemia mondiale, riteniamo che sia imperativo essere proattivi mentre il virus si evolve. Siamo incoraggiati da questi nuovi dati, che rafforzano la nostra fiducia che il vaccino Moderna COVID-19 dovrebbe essere protettivo contro queste varianti appena rilevate “, ha affermato Stephane Bancel, Amministratore delegato di Moderna

Moderna rappresenta il secondo vaccino operativo in Italia, con una fornitura di 10,8 milioni di dosi di cui 1.346.000 nel primo trimestre, 4,7 nel secondo e altrettante nel terzo. A partire da oggi, 25 gennaio, è prevista la consegna di altre 66mila dosi del farmaco contro il coronavirus, per arrivare a 113mila entro fine mese.

Letture Consigliate