Mogol si schiera con la musica italiana: sì alla radio sovranità

mogol

Mogol sostiene la proposta della Lega di modificare i palinsesti radiofonici per favorire il supporto della musica italiana

Mogol dice alla proposta di legge della Lega. La proposta, lanciata dopo il Festival di Sanremo, chiede alle emittenti private e nazionali di favorire la diffusione della musica italiana.

Il presidente della Siae invia una lettera agli associati in cui sostiene la proposta di Alessandro Morelli, presidente della commissione Trasporti e telecomunicazioni della Camera. Morelli propone un terzo della programmazione per gli artisti italiani e un 10% per gli artisti internazionali.

Mogol attesta che nel 2018 tra i 30 artisti più venduti 29 sono italiani, e nella top ten dei singoli più venduti ci sono solo tre canzoni internazionali. La nuova proposta di legge, dunque, garantirebbe maggior introiti in diritti d’autore e quindi nell’industria culturale italiana.

Il presidente conclude la lettera-appello rivendicando “il principio che la musica italiana fa parte del nostro patrimonio culturale e in quanto tale va valorizzata e difesa”.