Mondiali femminili, USA storica: 13-0 alla Thailandia e Alex Morgan ne fa 5



alex morgan, mondiali femminili
Foto: Twitter FIFA Women World Cup

Uragano Stati Uniti all’esordio nei Mondiali femminili: 13-0 da record contro la malcapitata Thailandia. Alex Morgan scatenata: 5 gol

C’era grande attesa per l’esordio degli Stati Uniti ai Mondiali femminili che si stanno disputando in Francia: il biglietto da visita delle campionesse in carica è un 13-0 rifilato alla malcapitata Thailandia. Mattatrice del match: Alex Morgan, autrice di 5 gol.

Un match mai in discussione ma che ha segnato un record nella storia dei Mondiali in ‘rosa’: infatti, mai erano stati realizzati 13 reti in un’unica partita ed è anche la vittoria più larga della storia. Il precedente record apparteneva alla Germania che, nell’edizione 2007, rifilò ‘soltanto’ 11 gol all’Argentina. 12 anni dopo arriva il nuovo record: quello della temibile corazzata USA.

Grande festa per l’attaccante Morgan: i suoi 5 gol le permettono di incrementare un importante bottino nella nazionale a stelle e scrisce. La 29enne raggiunge quota 106 gol in 184 partite ed eguaglia il record di segnature in gara singola di una calciatrice americana (Michelle Akers, 1991 contro Taipei).

Infine, nella serata da urlo degli USA, si aggiunge un’altra statistica interessante: nessuna squadra era mai riuscita a mandare 7 calciatrici diverse a segno. Infatti, oltre alla Morgan, sono andate in gol anche Rose Lavelle, Samantha Mewis (doppietta per entrambe), Lindsey Horan, Megan Rapinoe, Mallory Pugh e la leggenda Carli Lloyd.

Modo migliore per iniziare i Mondiali femminili non poteva esserci: gli Stati Uniti lanciano un messaggio importante alla concorrenza presente nel torneo (dove quest’anno partecipa anche l’Italia di Milena Bertolini). Obiettivo rinconfermarsi sul tetto del mondo.

Leggi anche