moratti
immagine da youtube

Il neo assessore al Welfare della Regione Lombardia, Letizia Moratti, propone ad Arcuri la ripartizione del vaccino in base al Pil della popolazione. Dure le opposizioni; il Ministro Speranza ribadisce il diritto di tutti ad avere il vaccino

Il neo Assessore al Welfare della Regione Lombardia, Letizia Moratti, ha proposto al Commissario Arcuri di accelerare la distribuzione dei vaccini alle regioni con una densità di popolazione maggiore e che contribuiscono in maniera più consistente al Pil nazionale. La proposta è stata discussa nel pomeriggio di ieri ai capigruppo regionali di maggioranza e opposizione, definendo l’argomento “in fase di invio“.

Potrebbe interessarti:

Difatti, Moratti tira acqua al suo mulino poiché, senza dubbio, la Lombardia è uno – se non il principale – motore economico del Paese. Dure le opposizioni che si sono scagliate contro l’assessore lombardo, additando la proposta come ingiusta e discriminatoria. Carmela Rozza, consigliera pd, ha affermato: “Se è vero, e stento a crederlo, è evidente che ci troviamo di fronte a un tentativo di distrarre l’attenzione dai problemi della gestione del Covid in Lombardia“. Dura anche la reazione del capogruppo pentastellato Massimo De Rosa: “Criteri discutibili se non discriminatori“. A placare gli animi, le parole del Ministro della Salute Roberto Speranza che, in un tweet, (senza citare Moratti) ha dichiarato: “Tutti hanno diritto al vaccino indipendentemente dalla ricchezza del territorio in cui vivono“.

A difendere la mozione, invece, il Governatore della Lombardia Attilio Fontana che definisce le richieste del suo vice governatore “estremamente coerenti e logiche e ascolteremo cosa ne pensa Arcuri“. Giunge così in serata una precisazione di Letizia Moratti che vorrebbe una «accelerazione nella distribuzione dei vaccini in una Regione densamente popolata di cittadini e anche di imprese, uno dei principali motori economici d’Italia. Se si aiuta la ripresa della Lombardia, si contribuisce in automatico alla ripresa dell’intero Paese“.

Anche il Governatore della Campania Vincenzo De Luca, in un post sui suoi profili social, ha tuonato: “Leggo con sconcerto le affermazioni della signora Moratti a sostegno di una distribuzione di vaccini legata al Pil delle diverse regioni. Si fa fatica a credere che si possa subordinare l’uguale diritto alla vita di tutti, a dati economici. Si direbbe che siamo a un passo dalla barbarie. La signora Moratti è persona intelligente e civile. Mi auguro che voglia chiarire che si è trattato di un’affermazione non meditata, che non risponde alle sue convinzioni“.

Letture Consigliate