Addio principessa Leila, muore a 60 anni Carrie Fisher



carrie fisher

L’attrice Carrie Fisher, famosa in tutto il mondo per il suo ruolo in Star Wars, è morta in seguito ad un attacco cardiaco

Non ce l’ha fatta la principessa Leila, e dopo l’attacco cardiaco di qualche giorno fa, il 2016 ci obbliga a dire addio anche a Carrie Fisher. Divenuta un mito del cinema mondiale grazie alla sua interpretazione della principessa Leila nella trilogia originale di Star Wars, nella sua carriera era stata anche scrittrice e sceneggiatrice.

Oltra alla saga di Lucas, memorabile la sua interprezione della ex fidanzata di Jhon Belushi in The Blues Brothers. Nella sua vita aveva avuto problemi di vario tipo, legati alla sua situazione familiare (era figlia di Debbie Reynolds e Eddie Fisher, lasciatisi quando lei aveva due anni perché lui aveva deciso di sposare Elizabeth Taylor) e ad un disturbo bipolare.

Lo scorso anno aveva ripreso il ruolo della principessa nell’ultimo episodio Star Wars – Il risveglio della forza e aveva risposto in maniera esemplare alle critiche sul suo aspetto fisico. Su twitter aveva risposto a tali critiche dicendo: “Per favore smettetela di discutere se sia invecchiata bene oppure no. Sfortunatamente è una cosa che mi ferisce. Il mio corpo non è invecchiato tanto bene quanto me. Lasciate perdere”. Aveva poi aggiunto, in risposta a coloro che parlavano di un Harrison Ford invecchiato meglio che: “Gli uomini non invecchiano meglio delle donne, viene solo permesso loro di invecchiare“.

A questo punto sarà necessario comprendere cosa accadrà alla saga, e ai due episodi che avrebbero dovuto seguire episodio VII e a cui la Fisher avrebbe dovuto partecipare.

Leggi anche