È morto Bud Spencer. Aveva 86 anni



Si è spento oggi alle 18:15 all’età di 86 anni Carlo Pedersoli, conosciuto da tutti come Bud Spencer. È stato protagonista e simbolo degli spaghetti western degli anni ’70 insieme all’amico e collega Terence Hill

È morto oggi a Roma l’attore Bud Spencer, pseudonimo di Carlo Pedersoli. Ad annunciarlo all’Ansa è stato il figlio, Giuseppe Pedersoli: «Papà è volato via serenamente alle 18.15. Non ha sofferto, aveva tutti noi accanto e la sua ultima parola è stata “grazie”».

Nato a Napoli il 31 ottobre 1929, ha vissuto gran parte della sua vita a Roma e ha costruito una lunga e poliedrica carriera, all’insegna dello sport e del cinema. Inizia come nuotatore nel 1950, dove partecipa con la nazionale alle Olimpiadi di Helsinki del 1952, per poi ritirarsi nel 1960.

Il successo internazionale arriva nel ’70, dove, insieme al collega e amico di una vita Terence Hill (nome d’arte di Mario Girotti), si fa conoscere al pubblico grazie alle commedie spaghetti western, dove i due sono stati protagonisti di divertenti avventure. Simbolo di quella parentesi cinematografica sono le celebri scazzottate dei due buffi personaggi contro gli altri cowboy. In totale la coppia ha girato insieme 17 film, tra i quali conosciutissimo “Lo Chiamavano Trinità“.

Oltre a questo genere, Bud Spencer è stato un attore a tutto tondo, prendendo parte anche al genere horror con “Quattro mosche di velluto grigio” di Dario Argento, ma anche al il cinema d’autore di Ermanno Olmi e al dramma di denuncia civile.

L’attore lascia la moglie Maria e i due figli, Giuseppe e Cristiana.

Leggi anche