Morto l’imprenditore Michele Ferrero, padre della Nutella



Grave lutto nel mondo dell’industria alimentare italiana. Muore a Montecarlo Michele Ferrero, proprietario dell’omonimo gruppo dolciario, aveva  89 anni

Nato a Dogliani il 26 aprile del 1925, Michele Ferrero è stato definito come l’uomo dello sviluppo a livello internazionale dell’azienda Ferrero, fondata dal padre Pietro nel 1946.

Nel 1950 creò il primo di una lunga serie di prodotti fortunati che vanno dal Rocher all’ovetto Kinder, dal Tic Tac al Mon Chéri. Nel 1957, a soli 32 anni, Michele Ferrero si trovò a guidare l’azienda.

Sotto la sua direzione l’azienda della Nutella è infatti diventata uno dei principali gruppi dolciari a livello mondiale, presente in 53 Paesi con oltre 34.000 collaboratori e 20 stabilimenti produttivi e 9 aziende agricole.

E sempre per suo volere nasce, nel 1983, la Fondazione Ferrero, che oltre ad occuparsi degli ex dipendenti promuove iniziative culturali e artistiche. «Lavorare, creare, donare», le tre parole che compaiono nel logo della Fondazione del Gruppo, valori su cui Michele Ferrero ha insistito per tutta la vita.

ferreroFino all’ultimo Michele è stato assistito dalla moglie, Maria Franca, e dal figlio Giovanni, al vertice del Gruppo come unico amministratore delegato dopo la morte nel 2011 del fratello Pietro.

Ferrero lascia un patrimonio personale di 23,4 miliardi di dollari che ne facevano il trentesimo uomo più ricco del mondo e il primo d’Italia, oltre al più facoltoso produttore dolciario del pianeta.

Leggi anche