Quartararo, GP di Italia
Foto: Twitter MotoGP

Fabio Quartararo vince in solitaria anche al Mugello e consolida la leadership in MotoGP: sul podio Mir e Oliveira. Caduti Bagnaia e Marquez, Rossi 10°

In una gara disputata in tono minore per la drammatica scomparsa di Jason Dupasquier, al Mugello c’è il trionfo in solitaria di Fabio Quartararo. Il francese, leader del Mondiale, precede Mir e Oliveira (giunto 2° al traguardo ma penalizzato di una posizione per un track limits) al termine di una gara senza rivali.

Potrebbe interessarti:

Infatti, il colpo di scena arriva dopo appena due giri quando Bagnaia – in testa – cade all’Arrabbiata ed è costretto al ritiro. Poche curve prima lo stesso destino era toccato a Marc Marquez, anch’egli ritirato: nel cadere, il pilota della Honda coinvolge Morbidelli, costretto ad un fuori pista che gli compromette definitivamente la gara. Per Quartararo l’unico vero rivale resta Johann Zarco ma il francese della Pramac crolla col passare dei giri e scivola indietro in classifica: strada in discesa per il pilota Yamaha che vince per distacco netto su Oliveira e Mir, prima che il portoghese venga declassato al 3° posto al termine della gara. Tante le cadute: oltre a Marquez e Bagnaia, anche Rins, Binder e Nakagami sono costretti al ritiro. Finisce prima di iniziare invece Bastianini, che durante il warm-up tampona Zarco e si auto-elimina prima della partenza.

Pertanto il migliore degli italiani è Danilo Petrucci che chiude 9° dietro ad un anonimo Maverick Vinales. Guizzo invece per Valentino Rossi che – grazie anche alle numerose cadute – riesce ad entrare in Top 10 con il sorpasso all’ultimo giro ai danni di Iker Lecuona. Gli altri: 13° Pirro, mentre Savadori (15°), Morbidelli (16°) e Marini (17°) chiudono la classifica. Appuntamento adesso in Spagna: settimana prossima si corre a Barcellona.

Letture Consigliate