Multa salata a chi bestemmia in pubblico: pagherà 400 €



Bestemmia
Immagine da Pixabay

Il regolamento di Polizia Urbana adottato dal comune di Saonara adotterà una multa per chi bestemmia. La penale da pagare è di 400 €

Una nuova misura per evitare corbellerie di ogni tipo e per tenere un comportamento “adeguato”. Il regolamento di Polizia Urbana adottato dal comune di Saonara, in Veneto, in provincia di Padova. Si tratta di un documento di 75 articoli che prevede anche altri obblighi per i cittadini, come ad esempio, il divieto di utilizzare i tagliaerba nelle prime ore del pomeriggio, per evitare rumori molesti durante le ore di riposo. Inoltre, chi pronuncerà una bestemmia in pubblico sarà costretto a pagare una penale di 400 €.

La stretta dell’amministrazione guidata dal sindaco Walter Stefan riguarda il turpiloquio contro le divinità di qualsiasi credo o religione. La decisione del primo cittadino arriva dopo vari esposti di tutti i cittadini.
Al di là degli aspetti religiosi è un fatto culturale e riguarda ogni divinità. Non è questione di fare la morale, è però necessaria un’educazione di base che ormai manca da troppo tempo. Spiace sentire alcuni giovanissimi, spesso anche ragazze, che gridano e bestemmiano tra una parola e l’altra. Ognuno a casa propria è libero di fare ciò che vuole. Posso capire quando una bestemmia esce dalla bocca perché magari qualcuno si fa male. Qua in Veneto è considerato un intercalare ma il nostro è un tentativo di arginare un malcostume che, soprattutto tra gli under 18, è diffusissimo.

Nel caso in cui venisse colto a bestemmiare un minorenne, a pagare la multa sarebbero i genitori. Cittadini avvisati, dunque.

Leggi anche