9 Dicembre 2021 - 12:20

Napoli chiamato all’impresa per il passaggio diretto agli ottavi di EL

I partenopei sono chiamati all’impresa contro il Leicester. Riusciranno a ribaltare la classifica e passare direttamente agli ottavi?

Questa sera sarà una partita complicata. Il Napoli oggi nel suo stadio Diego Armando Maradona affronterà il Leicester, la squadra rivale di questi gironi di Europa League. Sarà la partita finale che determinerà il cammino partenopeo in questa competizione. Gli azzurri si giocheranno il tutto per tutto, dopo aver sprecato per più volte le possibilità di allungare sui contendenti inglesi. Le sconfitte maturate contro lo Spartak Mosca, con conseguenti derisioni social da parte dei russi, hanno compromesso una qualificazione molto più agevole.

Alle 18:45 i ragazzi di Spalletti dovranno perciò confrontarsi con Vardy e soci, per guadagnarsi l’accesso per il prossimo turno di un’Europa League mai così competitiva. Il Napoli arriva da a questa sfida dopo la cocente sconfitta subita in casa contro l’Atalanta, dove le assenze in casa azzurra hanno fatto la differenza. I partenopei dovranno giocare stasera ancora con metà rosa fuori, ma con un unico risultato disponibile per il passaggio del turno.

Una speranza per gli ottavi

La vittoria non è l’unica condizione necessaria a garantire al Napoli il passaggio diretto agli ottavi. Siccome adesso i campani occupano ancora la terza posizione nel girone a 6 punti, un successo contro il Leicester farebbe si scavalcare in classifica gli inglesi, ma si dovrà comunque attendere il risultato dello Spartak Mosca, attualmente secondo. Nel caso quindi vincessero sia i partenopei che i russi, il Napoli si qualificherebbe soltanto ai sedicesimi, con il rischio di pescare una delle grandi di Europa scese dalla Champions League.

Per questo motivo servirà una grande prestazione dei campani, unita ad un pizzico di fortuna e speranza. Un eventuale pareggio o sconfitta dello Spartak sarebbe il risultato perfetto, che consentirebbe al Napoli un passaggio del turno tutto sommato giusto per valore della rosa. Certo non si possono fare i conti senza l’oste, e il Leicester non è l’ultima delle squadre d’Inghilterra. Le foxies daranno sicuramente l’anima, e con Jamie Vardy lì davanti la partita non sarà davvero finita fino al triplice fischio.

Le assenze peseranno

La più grande difficoltà che il Napoli dovrà affrontare stasera sarà ancora una volta l’assenza dei suoi titolarissimi. Proprio come contro l’Atalanta, oggi i partenopei avranno una difesa rimaneggiata, senza Kalidou Koulibaly bastione della difesa. A centrocampo ancora assenti Fabian Ruiz e Anguissa, sostituiti almeno nelle intenzioni da Demme ed un polivalente Elmas. In avanti invece, Insigne e Oshimen alzano ancora bandiera bianca, e il peso del gol sarà caricato sulle spalle minute di Dries CiroMertens.

Anche il Leicester non avrà tanti giocatori a disposizione. Il tecnico Brandon Rodgers ha dichiarato nella conferenza stampa pre-match “”Sono sette i calciatori positivi, sono cose accadute nelle ultime 48 ore”. I sette atleti trovati positivi sono Lookman, Amartey, Iheanacho, Vestergaard, Perez, Benkovic e Daley-Campbell. Giocatori certo non da poco, che costituiscono di fatto la colonna vertebrale di un Leicester martoriato dal Covid. Chissà quindi che questa sia l’occasione della vita, il momento per il Napoli di fare il colpacco e di agguantare una qualificazioni agli ottavi di Europa League ormai insperata. Spartak Mosca permettendo.

Probabili formazioni

Napoli (3-4-3): Meret; Di Lorenzo, Rrahmani, Juan Jesus; Malcuit, Demme, Elmas, Mario Rui; Politano, Petagna, Lozano. All.: Spalletti.

Leicester (4-2-3-1): Schmeichel; Castagne, Evans, Soyuncu, Thomas; Soumare, Ndidi; Lookman, Maddison, Barnes; Vardy. All.: Rodgers.