2 Dicembre 2021 - 10:14

Napoli col fiatone: una sola vittoria nelle ultime 5 partite

I partenopei sulle ginocchia, iniziano a perdere punti importanti per strada. Nel frattempo le milanesi ne approfittano

Ci siamo abituati bene negli ultimi 3 mesi. Ma un po’ gli scettici, un po’ i gufatori seriali, era nell’aria che questo periodo abbondante non poteva durare all’infinito. Il Napoli di Spalletti, vera macchina perfetta finora del campionato, sta iniziando a dare qualche segno preoccupante di cedimento. Il pareggio di ieri con il Sassuolo avvenuto negli ultimi minuti del match suona come un campanello dall’allarme, soprattutto perché adesso i partenopei sentono il fiato sul collo. Le milanesi hanno infatti recuperato punti importantissimi: il Milan è a solo un punto, mentre l’Inter di Inzaghi zitta zitta dista due lunghezze dai campani.

Il Napoli pare avere davvero il fiatone, sia per gli impegni consecutivi al quale è sottoposto, sia ai continui infortuni dei suoi giocatori chiave. La mancanza di Oshimen sicuramente incide nello scacchiere tattico creato da Spalletti, che però è stato sostituito dal sempre verde Mertens (3 gol in 2 partite da titolare). Discorso diverso per Anguissa, vero giocatore rivelazione dello scorso mercato: il camerunense fermo ai box non ha una vera alternativa al suo livello in rosa, per questo il centrocampo azzurro risente sicuramente della sua assenza. Per non contare i vari problemi accusati contro il Sassuolo da Fabian Ruiz, Koulibaly e Insigne

Alla ricerca della continuità

Gli azzurri adesso devono ritrovare il giusto assetto. Le batterie semi-scariche di Insigne e compagni vanno sostituite, e al più presto. I dati alla mano parlano chiaro riguardo questo aspetto: una sola vittoria nelle ultime 5 partite giocate dagli azzurri. Numeri che evidenziano in modo allarmante la fase calante che il Napoli ha subito nel mese di Novembre. C’è si di mezzo la partita dominata contro la Lazio di Maurizio Sarri, ma non può essere solo quella un’attenuante per un periodo decisamente no.

La sconfitta contro l’Inter, ormai dietro l’angolo, e il pareggio con il Sassuolo rischiano di minare quanto di buono fatto dai ragazzi di Spalletti finora. E la prossima partita, tra soli 2 giorni, sarà contro la quarta in classifica. A Napoli, i partenopei dovranno vedersela contro l’Atalanta, una squadra che pare aver ritrovato se stessa e che con un Muriel in più, punta a fare la voce grossa in questa Serie A. Che sia questo il punto di svolta della stagione azzurra? Nel bene o nel male, la sfida al Diego Armando Maradona sarà sicuramente decisiva.