Napoli-Juventus 2-1: Koulibaly ribalta i bianconeri. Ansia per Insigne

Prima PaginaNapoli-Juventus 2-1: Koulibaly ribalta i bianconeri. Ansia per Insigne

Al “Maradona“, Napoli-Juventus termina 2-1 per i partenopei: sagra degli errori, decide Koulibaly all’85’. Infortunio per Insigne

Napoli-Juventus era il big-match della terza giornata di Serie A. Al “Maradona”, i partneopei ribaltano la partita nel secondo tempo, vincendo per 2-1 con le reti di Politano e Koulibaly che rendono vano il vantaggio di Morata nel primo tempo per i bianconeri. Dopo appena 270 minuti di campionato, la squadra di Allegri è a -8 dagli azzurri di Spalletti.

La cronaca

I bianconeri sono spietati nel primo tempo: il Napoli parte forte ma vengono puniti al 10′ da Morata che sblocca il punteggio, sfruttando una grave indecisione di Manolas in fase di disimpegno e superando Ospina con il destro da dentro l’area di rigore. Nella prima frazione non succede molto: il Napoli fatica ad impensierire Szczesny e la Juve tiene bene il campo nonostante l’emergenza (assenti i sudamericani più Chiesa). Si va così 1-0 per i bianconeri all’intervallo.

Nella ripresa entra un Napoli più convinto e votato all’attacco con Ounas al posto di Elmas. I ragazzi di Spalletti alzano il baricentro ed aumentano il pressing. Al 57′ arriva il meritato pareggio con sentiti ringraziamenti a Szczesny: il portiere polacco non trattiene una conclusione innocua di Insigne e Politano ne approfitta per infilarlo da posizione defilata per l’1-1 che rianima il “Maradona“.

Apprensione poi in casa Napoli al minuto 72 quando un infortunio al ginocchio costringe Insigne al cambio, sostituito da Zielinski. Da valutare le condizioni del capitano partenopeo, quest’oggi alla 400esima in maglia azzurra.

Ma è clamoroso quanto accade al minuto 85: sugli sviluppi di un calcio d’angolo per il Napoli, Kean colpisce incredibilmente verso la propria porta di testa, Sczesny fa quel che può ma sulla linea c’è Koulibaly che deve solo spingere in porta per siglare il 2-1 che fa esplodere lo stadio. Nel finale la Juventus accusa il colpo e non reagisce più. Finisce così: esplode la festa in casa Napoli.

Le pagelle

Manolas 4,5 – Clamorosa e gravissima l’indecisione che spalanca le porte a Morata per il vantaggio bianconero. Un errore che mette in salita una partita dove il Napoli stava amministrando fino a quel momento e condiziona terribilmente la squadra per tutto il primo tempo.

Morata 7 – Rapace e lesto nell’approfittare del disastro di Manolas ed insaccare. Il gol gli dà un’iniezione di fiducia importante: si batte come un leone fin quando ne ha e non molla un centimetro. Allegri sarà sicuramente soddisfatto della prestazione dell’ex-Real: ritrovato.

Anguissa 7 – Ottima prestazione dell’ultimo arrivato in casa partenopea: il suo lavoro sporco lo fa alla grande, bravo in interdizione e cerca di inserirsi in fase offensiva quando può sganciarsi dalla mediana. Il “Maradona” lo applaude in alcune situazioni: entra nel cuore dei napoletani da subito.

Szczesny 4.5 – “Ci son cascato di nuovo” canta Achille Lauro. Non viene mai impegnato per quasi un’ora ma sul tiro a giro di Insigne non blocca un pallone semplicissimo e completa l’opera facendosi beffare da posizione defilata da Politano. Rovina la prova di sacrificio dei bianconeri, concedendo il “bis” personale dopo Udine. Non può nulla sulla follia di Kean.

Politano-Koulibaly 7 – Sono loro gli artefici della rimonta (con la complicità di Szczesny e Kean) ma sono anche i due migliori al pari di Anguissa. Battaglieri e continuamente in lotta con i diretti marcatori tra fase difensiva ed offensiva.

Kean 4 – Senza senso il colpo di testa all’indietro nella propria area piccola che scaturisce il gol-partita di Koulibaly a cinque minuti dal 90′. Decide la partita, in negativo.

Il tabellino del match

NAPOLI (4-2-3-1): Ospina 6.5; Di Lorenzo 6, Manolas 4.5, Koulibaly 7, Mario Rui 6.5 (90′ Malcuit sv); Fabian Ruiz 6, Anguissa 7; Politano 7 (71′ Lozano 6), Elmas 5.5 (46′ Ounas 6), Insigne 6 (73′ Zielinski 6); Osimhen 6 (90′ Petagna sv).

A disp.: Marfella, Idasiak, Juan Jesus, Rrhamani, Zanoli. – All. Spalletti.

JUVENTUS (4-4-2): Szczesny 4.5; De Sciglio 5.5, Bonucci 6, Chiellini 6.5, Pellegrini 5.5 (58′ De Ligt 6); Bernardeschi 6.5, McKennie 6 (72′ Ramsey 6), Locatelli 6.5, Rabiot 6; Kulusevski 6.5, Morata 7 (82′ Kean 4).

A disp.: Perin, Pinsoglio, Rugani, De Winter, Soule, Miretti. – All. Allegri.

Arbitro: Irrati

Marcatori: 10′ Morata (J), 57′ Politano (N), 85′ Koulibaly (N)
Ammoniti: Elmas (N), Locatelli (J), Lozano (N)

Nando Armenantehttp://www.facebook.com/Nando.Armenante8
25 anni da Cava de' Tirreni, studente presso la facoltà di Scienze della Comunicazione all'Università degli Studi di Salerno, indirizzo Editoria. Giornalista pubblicista dal 30 settembre 2020. Porto avanti la passione ed il sogno di diventare giornalista, in particolare scrivendo di sport (di calcio in particolar modo) ma anche di attualità, su tutto ciò che accade nella città in cui vivo e sull'intero territorio.

Covid-19

Italia
102,244
Totale di casi attivi
Updated on 27 September 2021 - 14:13 14:13