Napoli, partoriente sale sul bus, ma viene multata

napoli
immagine da Pixabay

A Napoli una giovane di 28 anni avverte le doglie mentre è per strada. Riesce a prendere il bus per arrivare al Cardarelli, ma è senza biglietto. Viene multata

Napoli. Si trova per strada mentre comincia ad avvertire le doglie che preannunciano il parto. Federica ha 28 anni ed è incinta al nono mese, ha la fortuna di riuscire a incrociare l’autobus 604, quello che porta all’Ospedale Cardarelli

Quando sale sul mezzo, però, non ha il biglietto. Il controllore che sale poco dopo, invece di domandarle come stia le fa una multa. 

“Le circostanze addotte a giustifica, non possono essere motivo di annullamento del verbale elevatole” ha commentato il controllore che, dopo aver elevato la contravvenzione, addirittura l’ha fatta scendere, senza preoccuparsi delle sue condizioni.

Fortunatamente Federica è riuscita a raggiungere il nosocomio partenopeo e a dare alla luce una bambina. Ha raccontato a Repubblica: “Sono salita senza biglietto e quando ho cercato di spiegare cosa stava succedendo, il controllare invece di accompagnarmi al pronto soccorso mi ha fatto una multa e mi ha invitato a scendere”. 

 

Articolo precedenteCincinnati, Federer eliminato dal Masters 1000 ad opera di Rublev
Prossimo articoloUna Vita, 16 agosto 2019: anticipazioni puntata di oggi. Samuel scarcerato
Avatar
Classe 1987, ho frequentato l’Università degli Studi di Salerno, conseguendo la Laurea di Primo Livello in Sociologia. Ho ottenuto una certificazione di frequenza per il corso di addetto/responsabile Ufficio Stampa e ho partecipato a diversi concorsi letterari, tra cui quello dell'estate 2015 del Circolo degli Artisti Salernitani, che mi è valso un Primo Premio. Lo scorso anno ho pubblicato il mio primo romanzo edito da Writers Editor, intitolato "Amore di papà". Sono un'attivista femminista e sostenitrice dei diritti LGBTIQ e gestisco una pagina Facebook sui diritti delle donne, "Doppia Vu Women Rights". Inoltre, ho il ruolo di segretaria provinciale presso la sezione NIDIL CGIL di Salerno.