Napoli, a che punto siamo con il Progetto Osimhen?

HomePrima PaginaNapoli, a che punto siamo con il Progetto Osimhen?

Il Napoli di Spalletti procede arrembante e il lavoro dell’allenatore su Victor Osimhen sta dando i frutti sperati. Si può ancora migliorare?

Strapotere fisico e tecnico del Napoli di Spalletti. A Genova contro la Sampdoria il punteggio è di 0-4. Mattatore della serata? Victor Osimhen.

A che punto siamo?

Il lavoro di Spalletti su Osimhen si vede eccome. In pochissimi mesi l’attaccante del Napoli è cresciuto in maniera esponenziale dando prova di grandi qualità tecniche e attitudinali, oltre che fisiche.

Inserimenti precisi

Youtube Serie A

In occasione della prima rete azzurra, l’attaccante nigeriano è abilissimo prima a recuperar palla, poi a servire Insigne con grande qualità e precisione, e infine è furbo nel tagliare alle spalle di Colley facendosi trovare praticamente smarcato dal lancio del compagno.

Tagli smarcanti

Youtube Serie A

È ancora grazie ad uno dei suoi tagli che nasce la rete del 2-0 di Fabian Ruiz. Osimhen, nel cuore dell’area di rigore blucerchiata, attira su di se i centrali doriani con un dirompente taglio sul primo palo, lasciando libero il corridoio per Insigne. Sugli sviluppi della giocata del capitano del Napoli, poi, nasce la rete azzurra con uno scarico al limite dell’area proprio per Fabian.

Qualità nello stretto

Youtube Serie A

Ciò che stupisce i tifosi è, però, soprattutto la qualità delle giocate del nigeriano. Certo, c’è ancora da lavorare sulla pulizia di alcuni controlli e sulla freddezza nelle conclusioni a tu per tu con il portiere avversario, ma il lavoro di Spalletti sta decisamente dando i suoi frutti. La terza rete del Napoli (ancora di Osimhen) nasce proprio grazie all’abile lavoro nello stretto dell’attaccante, abilissimo nel servire di prima Zielinski al limite. Sarà poi il polacco ad allargare di nuovo sull’out di destra per Lozano che, con una rasoiata forte e precisa, servirà ad Osimhen praticamente un calcio di rigore in movimento.

Quindi? Cosa manca ancora?

È chiaramente troppo presto per trarre conclusioni sul calciatore. “Un onore essere allenato da lui” ha detto l’attaccante ai microfoni di Dazn, parlando di Spalletti. Parole al miele anche da parte dell’allenatore: “Victor si impegna a fare tutto, è generoso e mette disponibilità sempre, dall’allenamento ai momenti col gruppo. Oggi, grazie anche a lui, abbiamo fatto un ottimo risultato”.
Sicuramente c’è ancora da lavorare, esempio lampante è la gigantesca occasione divorata dall’attaccante sullo 0-0 solo contro Audero, ma se le premesse sono queste il rischio è davvero quello di ritrovarsi tra le mani un craque mondiale. E bravo Napoli!

Michele Mastia
Dottore in giurisprudenza e praticante avvocato presso il Tribunale di Salerno. Scrivo di calcio. E amo Batman: nessuno ci hai mai visti contemporaneamente nella stessa stanza.

Covid-19

Italia
79,368
Totale di casi attivi
Updated on 14 October 2021 - 20:41 20:41