Napoli, continua la tensione: i tifosi fischiano la squadra al San Paolo

Insigne
Foto: SSC Napoli

Sono giorni delicati in casa Napoli dopo il caos tra squadra e società: i tifosi insultano e contestano i giocatori nell’allenamento al San Paolo

“Rispetto!”. Uno striscione con un messaggio ben chiaro: questo il ‘bentornato’ dei tifosi del Napoli ai suoi beniamini al ritorno al San Paolo, dove la squadra si è allenata questo pomeriggio a porte aperte.

Dopo l’ammunitamento post-gara contro il Salisburgo, il feudo della tifoseria non ha perdonato l’atteggiamento di Insigne e compagni. Su tutti, proprio il Capitano è stato preso di mira dagli ultrà, in quanto non si sarebbe avvicinato per provare ad avere un incontro per chiarire la situazione. Tra tutti, il solo Mertens ha provato a gettare acqua sul fuoco provando a chiedere scusa ai presenti.

Ma non solo la squadra è nel mirino: infatti, ci sono stati cori anche contro il patron Aurelio De Laurentiis, artefice – seppur in parte – di questo brutto episodio che sta coinvolgendo il Napoli, dopo aver imposto il ritiro alla truppa di Ancelotti dopo il ko contro la Roma. Ritiro che puntualmente si è rotto dopo la sfida di Champions League, nonostante la mancata autorizzazione del club.

Sono attesi provvedimenti drastici in merito: chi potrebbe pagare maggiormente è Insigne, a cui potrebbe essere tolta la fascia da capitano. Mentre per alcuni senatori – su tutti, Mertens e Callejon – si potrebbe prospettare una cessione ‘anticipata’ già a gennaio. Situazione delicata in casa azzurra.