rocco morabito
pixabay

Il super latitante della ‘Ndrangheta, Rocco Morabito, è stato catturato in Brasile a seguito di un’operazione congiunta delle autorità internazionali. Era il secondo della lista dei più ricercati

A seguito di un’operazione congiunta dei Ros con polizia, Dea, Fbi, Interpol e polizia federale brasiliana, è stato arrestato il super latitante della ‘Ndrangheta Rocco Morabito. Era il secondo nome della lista dei dieci uomini più ricercati dal Ministero dell’Interno italiano, subito dopo Matteo Messina Denaro. Era latitante dal 2019, da quando è evaso da un carcere uruguayano. Morabito, appartenente alla cosca Morabito-Bruzzaniti-Palamara di Africo Nuovo (RC) e affiliato alla locale di Volpiano (To) era l’uomo di riferimento per quanto riguarda i cartelli del narcotraffico. Su di lui pendevano già diverse condanne, tutte legate alle sostanze stupefacenti. Per catturarlo, gli agenti hanno dovuto seguire una pista lungo tutto il sud America.

Potrebbe interessarti:

Il boss è stato quindi arrestato a Joao Pessoa, capitale dello stato brasiliano di Paraiba, dopo essere già stato arrestato nel 2017 in Uruguay dopo 23 anni di latitanza. Nel 2019, ad un passo dall’estradizione in Italia, Rocco Morabito è riuscito ad evadere dal carcere di Montevideo, dandosi alla macchia fino ad oggi. Insieme a lui, le manette sono scattate anche per Vincenzo Pasquino, di origini torinesi, anch’egli inserito nell’elenco dei latitanti pericolosi.

Letture Consigliate