Niall Horan, la dura vita dopo una boy band



Niall Horan

“This Town” è il singolo di debutto di Niall Horan, membro degli One Direction, che affronterà per la prima volta senza la sua band il mondo discografico.

Le boy band sono da sempre un’arma a doppio taglio: se sei un cantante con poca personalità e difetti vocali evidenti puoi trovare il tuo ambiente ideale in questo contesto grazie a “colleghi” pronti a sopperire alle tue mancanze e puoi ottenere successo nonostante il tuo scarso spessore artistico. Ma se sei un artista di talento, con qualcosa di importante da dire, allora la dimensione di un gruppo per teenager può soffocarti e costringerti a cercare il tuo spazio vitale in una carriera solista, rischiando di perdere la popolarità ottenuta.

Salito alla ribalta con gli One Direction, Niall Horan, non è il primo e non sarà certo l’ultimo cantante a tentare di assaporare la vita da solista dopo una carriera esplosa grazie ad una boy band, i suoi predecessori hanno avuto fortune alterne: alcuni hanno surclassato la fama dei gruppi di origine, diventando icone pop come Robbie Williams dei Take That o Justin Timberlake degli ‘N Sync, mentre altri come Lee Ryan dei Blue e Nick Carter dei Backstreet Boys sono crollati sotto il peso della band d’origine.

Con “This Town“, Niall Horan ha coraggiosamente cercato di distanziarsi dalle sonorità Teen Pop tipiche degli One Direction. Il singolo di debutto del cantante irlandese è infatti un brano maturo ed essenziale, dove la chitarra incalza una più che discreta linea vocale che rimane costante per tutta la durata della traccia. Ma è proprio la mancanza di variazioni nel ritmo e nel cantato a rendere il singolo piatto; neanche il ritornello, infatti, riesce a smuovere un pattern sonoro fin troppo delineato. In sintesi, il brano non è altro che una buona premessa per una carriera che si preannuncia interessante, ma c’è tanto da lavorare, anche se il passo tra l’essere uno Justin Timberlake ed un Lee Ryan non è tanto breve.

Leggi anche