Notting Hill, la favola moderna con Julia Roberts e Hugh Grant compie 20 anni



Notting Hill
immagine youtube, dal trailer ufficiale del film

Notting Hill, usciva nei cinema il 13 maggio 1999 .Oggi si celebrano i due decenni d’amore tra l’impacciato libraio inglese e la diva del jet set

Chi ha detto che le favole sono solo quelle che si raccontano ai bambini?

il 13 maggio 1999, nei cinema degli Stati Uniti usciva la commedia “Notting Hill” diretta da Roger Micheal. Il celebre film fece innamorare milioni di persone in tutto il mondo e ancora oggi continua a far sognare i cinefili più romantici.

La storia è quella di William (Hugh Grant), un uomo divorziato che vive nel famoso quartiere londinese di Notting Hill, dove gestisce un negozio di libri di viaggio sulla Portobello Road. Un giorno, entra Anna Scott (Julia Roberts), star del cinema che compra un libro da lui, ci scambia quattro chiacchiere e se ne va. Grazie ad un successivo “incidente”, Will riuscirà ad invitare Anna a casa sua e da quel momento Cupido ci metterà inevitabilmente lo zampino, ma ne succederanno di tutti i colori.

L’alchimia tra Hugh Grant e Julia Roberts è una delle colonne portanti dell’intero progetto. I due protagonisti sono l’anima del film e danno vita insieme a situazioni imbarazzanti che ci hanno fatto emozionare e morire dal ridere. A dare un valore aggiunto alla commedia,inoltre, è la pluripremiata colonna sonora, curata dal grande Trevor Scott e trascinata dal singolo “When you say nothing at all“. In“Notting Hill” c’è tutto questo e anche di più, grazie anche alla fotografia eccezionale di Michael Coulter e alle scenografie di Stuart Craig che hanno saputo incorniciare alla perfezione gli eventi surreali e i personaggi.

La storia del “Cenerentolo” imbranato continua a conquistare il cuore di tutti quelli che credono nei sogni e nelle favole a lieto fine. Notting Hill ha incassato quasi 364 milioni di dollari ed ha ricevuto 3 nomination ai Golden Globe. A distanza di vent’anni rientra ancora nella lista di quei film che non smetteremmo mai di rivedere con emozione e piacere.

Leggi anche