nucleare iran

Dopo due anni di negoziati, l’Iran e le potenze mondiali hanno raggiunto un accordo sul programma nucleare iraniano

[ads1]

Potrebbe interessarti:

Il testo, firmato a Vienna dai Ministri degli Esteri di Usa, Russia, Cina, Gran Bretagna, Francia, Germania e Iran, impegna Teheran in particolare a tagliare le sue riserve di uranio arricchito e a consentire in ogni momento agli ispettori internazionali l’accesso a tutti i siti che ritengano opportuno verificare; in cambio, l’Iran ottiene la cancellazione delle sanzioni che da anni soffocano la sua economia.

Diverse le reazioni nel panorama politico internazionale: il presidente degli Stati Uniti Barack Obama esulta per lo storico accordo così come il presidente iraniano Hassan Rohani.

Soddisfazione anche da parte di Vladimir Putin; in disaccordo Israele con il premier Netanyahu che ha definito l’accordo: “Un errore storico”Il timore d’Israele è stato condiviso anche dalle ricche monarchie petrolifere del Golfo come l’Arabia Saudita, Siria, Iraq, Yemen, Libano.

Contrari all’intesa nucleare anche i Repubblicani degli Stati Uniti capitanati da Jeb Bush.

In Italia, Federica Mogherini, come Alto Rappresentante della Politica Estera dell’UE, ha commentato: “È una decisione che può aprire la strada a un nuovo capitolo delle relazioni internazionali”; visione condivisa anche dal Ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni.

[ads2]

Letture Consigliate