Partito Democratico, attentato alla sede di Nuoro



genova
immagine da pixabay

Una bombola di gas è stata utilizzata per un attentato alla sede del Partito Democratico a Nuoro. Incendiata, inoltre,  l’auto del sindaco di Cardedu, Matteo Piras

Attentato alla sede del Partito Democratico a Dorgali, Nuoro. Qui, delle persone non ancora identificate, hanno utilizzato una bombola di gas per incendiare la sede PD nella centrale via Lamarmora. L’esplosione causata dal gas, pare abbia arrecato ingenti danni all’edificio. L’onda d’urto, inoltre, ha completamente distrutto l’ingresso della sede dem, secondo quanto riportato da Ansa, colpendo anche un’auto parcheggiata nelle vicinanze. Davanti alla sede del Partito Democratico, sono intervenuti i Vigili del Fuoco, la Polizia di Stato ed il 118. Fortunatamente però, la deflagrazione non ha causato alcun ferito. Il fatto è avvenuto all’incirca alle 2 di notte.

Nella stessa notte, anche l’Audi A4 del sindaco di Cardedu, Matteo Piras, è stata data alle fiamme da ignoti alle 3.20 di questa notte. Nonostante il tempestivo intervento dei Vigili del Fuoco, l’auto è stata completamente distrutta. Il sindaco commenta sul suo profilo Facebook in maniera rassegnata: “Va be..cambiamo la macchina“.

Va be.. Cambiamo la macchina.

Pubblicato da Matteo Piras su Lunedì 29 luglio 2019

Sia per l’esplosione alla sede del Partito Democratico sia per l’incendio dell’auto del sindaco, gli inquirenti stanno mettendo al vaglio tutti gli indizi per cercare di ricostruire le esatte dinamiche degli eventi, per stabilire moventi e cercare i colpevoli. Seguiranno aggiornamenti sulle vicende.

Leggi anche