Pd partito democratico fronte progressista bufale

L’assemblea nazionale del Partito Democratico si svolgerà a Roma. Resta ancora in sospeso, indecisa, la data del congresso

Finalmente, il Partito Democratico è alla resa dei conti. Il giorno fatidico è arrivato. Domani, a Roma, si riunirà l’assemblea nazionale del partito. Assemblea che dovrebbe confermare Maurizio Martina come segretario con pieni poteri.

Potrebbe interessarti:

Ci sono, però, ancora vari nodi irrisolti. Il primo riguarda la data del congresso, da svolgere prima o dopo le elezioni europee. Proprio sulla tempistica si dividono le differenti anime, tra chi vorrebbe che Martina traghettasse il partito fino alle Elezioni Europee e chi vorrebbe tenere il congresso il prima possibile.

Zingaretti, Orlando e Franceschini fanno parte della seconda fazione. Gianni Cuperlo, invece, sembra essere alquanto moderato: “Le possibilità sono due: eleggere un segretario o aprire la fase congressuale. Auspico una fase non lunghissima di confronto ed elaborazione, chiudendo il percorso congressuale prima delle Europee.

I renziani, invece, sarebbero propensi a continuare su questi binari, e di continuare a sostenere Martina come segretario. Nel frattempo, uno degli esponenti, Graziano Delrio, ha ribadito di non volersi candidare alla segreteria del Partito Democratico.

Io segretario del PD? Non sono disponibile per ragioni personali e politiche. Bisogna ridare valore ai propri ideali. Domani si apre la fase congressuale. Bisogna ripartire da una riflessione sui contenuti: di cosa ha bisogno la società italiana? Che messaggio vogliamo dare? Il partito ha bisogno di umiltà, non di personalismi e di divisioni. Dobbiamo discutere sui contenuti. È in atto un confronto tra forze politiche, culture e modelli di sviluppo. Non voglio sottovalutare il tema della leadership ma a forza di parlare di persone ci siamo dimenticati dei bisogni della società.” ha dichiarato.

Letture Consigliate