Picasso a Roma: la vanità di un artista eccentrico

Prima PaginaPicasso a Roma: la vanità di un artista eccentrico

Al Museo dell’Ara Pacis di Roma la mostra “Picasso images. Le opere, l’artista, il personaggio” per raccontare il maestro attraverso la fotografia

[ads1]

Inaugurata il 14 ottobre presso il museo dell’Ara Pacis di Roma, la mostra “Picasso images. Le opere, l’artista, il personaggio” sta riscuotendo un buon successo, grazie all’egregio allestimento (curato da Violette Andres e Anne de Mondenard), ma soprattutto alla ricchezza e alla qualità delle opere esposte. La mostra, infatti, ideata da Electa in collaborazione con il Museo Nazionale Picasso di Parigi, conta ben duecento fotografie del maestro Picasso, oltre a diverse sue opere pittoriche e scultoree, come la “Jeune fille assise“, davanti alla quale rimanere estasiati.Jeune fille assise - Picasso

L’idea alla base della mostra è quella di raccontare il rapporto di Picasso con la fotografia, utilizzata inizialmente dallo stesso maestro per immortalare paesaggi da dipingere e poi, in un secondo momento, per far conoscere la propria opera e, precorrendo i tempi attuali, per “vendere” la propria immagine ai giornali ed ai potenziali fruitori della sua arte.

Diverse le collaborazioni e gli incontri che hanno segnato Picasso nel suo rapporto con la fotografia, da Duncan a Mili, passando per Nocenti e Quinn, sino all’amata Dora Maar, che documenta attraverso le sue foto tra l’altro la nascita del capolavoro “Guernica”.

externo-99f791d3055cb9eaf435a020dcca0f65Quello che viene fuori è un ritratto di Picasso eccentrico, ma anche molto intimo, fatto di grandi momenti di creatività artistica, ma anche di scene familiari e casalinghe. Particolarmente interessanti le foto di Dora Maar, che fu compagna di Picasso, ed alla quale il maestro ha dedicato un intenso ritratto, esposto nella mostra.

Presenti anche alcune sculture del maestro, come “Buste de femme“, busto in bronzo di donna con le tipiche fattezze picassiane, che tanto fascino sanno esprimere pur nell‘irregolarità ed esasperazione dei tratti.

Tra le fotografie che più colpiscono vi è senza dubbio quella del fotografo francese Robert Doisneau (lo stesso del bacio all’hotel de Ville), utilizzata anche per pubblicizzare la mostra, nella quale Picasso mostra una copertina di Vogue con Audrey Hepburn modificata dalla sue eccentrica penna.musee-picasso-buste-de-femme

La mostra sarà fruibile, nel meraviglioso contesto dell’Ara Pacis, sino al 19 febbraio del 2017 e per chi volesse approfittare della visita per scoprire il fascino dell’altare dedicato ad Augusto, sino al prossimo ottobre ci si potrà avvalere della realtà aumentata che lo riporterà alle sue fattezze originarie.

Informazioni utili

Orario
14 ottobre 2016 – 19 febbraio 2017
Tutti i giorni 9.30-19.30
24 e 31 dicembre 9.30-14.00
La biglietteria chiude un’ora prima
Chiuso il 25 dicembre e 1 gennaio

Biglietto “solo mostra”:
– intero: € 11,00 biglietto “solo mostra” intero;
– ridotto: € 9,00 biglietto “solo mostra” ridotto;
– solo mostra “speciale scuola”: € 4,00 ad alunno (ingresso gratuito ad un docente accompagnatore ogni 10 alunni);
– solo mostra “speciale Famiglia”: € 22,00 (2 adulti più figli al di sotto dei 18 anni);

Biglietto integrato Museo dell’Ara Pacis + Mostra (per non residenti a Roma):
– intero: € 17,00
– ridotto: € 13,00

Articolo a cura di Giuseppina Volpe

[ads2]

Redazione ZONhttps://zon.it
I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo.

Covid-19

Italia
66,257
Totale di casi attivi
Updated on 26 July 2021 - 15:56 15:56