Platini arrestato per assegnazione Mondiali 2022 in Qatar

platini
Foto: YouTube UEFA

L’ex Presidente della UEFA Michel Platini è stato arrestato con l’accusa di corruzione per l’assegnazione dei Mondiali al Qatar nel 2022

Clamorosa notizia arrivata dai media francesi. Come riportato dal sito “Mediapart“, l’ex Presidente della UEFA Michael Platini è stato arrestato con l’accusa di corruzione a seguito dell’assegnazione dei Mondiali di Calcio al Qatar nel 2022.

L’ex calciatore e leggenda della Juventus sarebbe stato portato nella mattinata nei locali dell’Ufficio anti-corruzione della polizia giudiziaria di Nanterre. Sotto interrogatorio ci sarebbe anche Claude Geant, all’epoca dei fatti segretario generale dell’Eliseo sotto la presidenza di Nicolas Sarkozy.

L’assegnazione del Mondiale 2022 al Qatar risale al 2010, quando Platini era capo della UEFA, carica ricoperta dal 2007 al 2015. La decisione finale era stata presa comunque dal padrone della FIFA Josep Blatter, prima che una serie di scandali e arresti avevano portato al ricambio dirigenziale in federazione con la nomina a Presidente FIFA di Gianni Infantino.

Platini è stato travolto dagli scandali legati a Blatter con l’accusa di aver ricevuto pagamenti illeciti per consulenze tra il 1992 e il 2002. L’inchiesta per i Mondiali 2022 è partita invece nel 2016 dalla Procura Francese. Tra i principali capi d’imputazione dell’inchiesta ci sono corruzione, cospirazione criminale e influenza su accordi commerciali.

Platini era stato già squalificato per 8 anni dal mondo del calcio (poi ridotti a 4) nel 2015 quando era stato sostituito da Ceferin come capo della UEFA. Ora questi nuovi sviluppi potrebbero avere conseguenze ancora più gravi per “Roi Michel“.