Polmonite cartellino rosso, oggi si celebra la giornata mondiale



polmonite

Giornata mondiale contro la polmonite, in onore a ciascun bambino- vittima che muore ogni 25 secondi

La Polmonite identifica una malattia infiammatoria del polmone che può interessare gli alveoli o il tessuto interstiziale. Può avere natura virale oppure può essere provocata da agenti fisici (radiazioni) e agenti chimici (acidi, alcali). Nelle forme batteriche si manifesta la seguente sintomatologia: dolore al torace, tosse con espettorazione, difficoltà respiratorie, febbre, anoressia e spesso possono comparire anche sintomi gastrointestinali.

Il 12 Novembre si celebra la Giornata Mondiale contro la Polmonite, “World Pneumonia Day“. Come riporta il sito Unicef la polmonite è tristemente nota come la malattia killer dei bambini sotto i 5 anni, a livello mondiale. Colpisce le popolazioni più povere in quanto vi è una stretta connessione tra le condizioni igieniche e l’ incidenza di questo male senza scrupoli.

Sempre l’Unicef rende noto che i bambini poveri, avendo meno possibilità di essere vaccinati per la pertosse e il morbillo, possono facilmente sviluppare la polmonite, in quanto ne rappresentano possibili cause.

Come si potrebbe prevenire e curare la polmonite?        

Basterebbe ricorrere a farmaci antibiotici ed antipiretici come i macrolidi, le cefalosporine e i derivati della penicillina. Inoltre bisognerebbe seguire delle linee guida salvavita: rendere più salubri gli ambienti domestici, migliorare il livello qualitativo e quantitativo della nutrizione e lavare in modo costante le mani con acqua e sapone. I primi due fattori di rischio dominano scenari poveri di paesi sottosviluppati, il lavaggio delle mani invece interessa anche i paesi sviluppati ed è dunque assimilabile ad una vera e propria cattiva abitudine.

Tante le vittime innocenti a cui ancora oggi vengono spezzate le ali ogni anno a causa di questo male che può e deve essere abbattuto.

Leggi anche