roberto formigoni Referendum
Dalla pagina ufficiale twitter

L’ex governatore della Lombardia Roberto Formigoni sarà in piazza contro il referendum. Ad organizzare saranno i Radicali, vecchi “rivali”

Incredibile come, in pochi anni, ci si possa ritrovare dalla stessa parte a combattere un nemico comune. Questo è ciò che è accaduto a Roberto Formigoni e al Partito Radicale. L’appuntamento in piazza per il “No” al referendum sul taglio dei parlamentari è in programma a piazza San Babila, a Milano, per Sabato prossimo. E le due “anime”, così diverse, saranno riunite insieme. L’ex governatore lombardo sarà il relatore della maratona per il No al referendum. Ad organizzare tutto, sarà proprio il Partito Radicale.

Potrebbe interessarti:

Meno parlamentari vuol dire più potere ai capibastone dei partiti. Se capiteranno contestazioni, capiteranno. Mi è successo tante volte. Ma sono un vecchio leone e non demordo. Mi auguro però che non ci siano problemi. Non per me, ma per non danneggiare una causa giusta. Tutti i santi giorni sfrutto ogni minuto delle due ore che mi sono concesse per uscire. Incontro la gente e tengo rapporti sperando di poterlo fare un giorno anche di più.” ha dichiarato Formigoni.

Non si sono risparmiate, però, polemiche pesanti proprio per la manifestazione. Il capo politico del Movimento 5 Stelle, Vito Crimi, su Twitter, ha condannato aspramente la decisione di permettere all’ex governatore di andare in piazza.
Incredibile: Formigoni è agli arresti domiciliari e va in piazza a fare comizi durante l’ora di permesso. Sembra una barzelletta, invece è la triste realtà. Ed è un’altra, l’ennesima, ragione per votare Sì al referendum sul Taglio dei parlamentari del 20 e 21 settembre.” ha scritto su Twitter.

Letture Consigliate