Il progetto, coordinato dall’Università di Napoli “Federico II”,  permetterà di raggiungere New York da Roma in sole due ore

[ads1]

Potrebbe interessarti:

Si chiama Hyplane, è un aereo lungo 26 metri con una capienza di otto passeggeri piloti inclusi, e permetterà di raggiungere New York da Roma in due sole ore.

Il progetto, realizzato dai migliori ingegneri e coordinato dall’Università degli Studi di Napoli “Federico II” è già in fase avanzata e il CNS (Centre for Near Space, ndr) sta adesso cercando finanziatori e risorse umane per realizzarlo in tempi brevi.

Il CNS, che ha sede a Napoli, è il primo dei centri di competenza dell’istituto no-profit “Italian Institute for the Future” e il suo obiettivo è quello di diffondere la cultura aeronautica e spaziale tra le nuove generazioni. Un progetto ambizioso, quindi, che punta ad avvicinare le persone allo spazio, potenziare la ricerca e formare le nuove generazioni all’idea del volo suborbitale, cioè spaziale ma con una traiettoria inferiore a quella necessaria a superare la forza di gravità della Terra.

Hyplane
Da Roma a New York in due ore: con Hyplane si potrà

Hyplane decollerà e atterrerà nei normali aeroporti di tutto il mondo, ma rispetto agli odierni aeroplani, esso può raggiungere un’altitudine di circa 70 km attraverso tre salti orbitali.

Oggi un velivolo normale non raggiunge i 12 chilometri, e l’unico aereo passeggeri supersonico in grado di trasportare esseri umani dall’Europa agli Stati Uniti è stato il Concorde,  un progetto dell’azienda franco-britannica Bac/Aerospatiale abbandonato nel 2003 in seguito all’incidente che ne interessò uno all’aeroporto Charles DeGaulle di Parigi

Secondo Gennaro Russo, ingegnere aerospaziale e tra quelli che stanno lavorando attivamente al progetto, Hyplane “prevede un velivolo che può essere utilizzato anche come spazioplano ipersonico per collegare più velocemente punti distanti della Terra, sfruttando il volo parabolico”.

Hyplane, poi, supera anche l’inevitabile confronto con lo SpaceShipTwo di Virgin Galactic che al momento è il precursore del turismo spaziale, il quale si compone di un aereo madre che arriva a 15 chilometri e poi sgancia un secondo stadio che arriva a 100 chilometri. A differenza di SpaceShipTwo, Hyplane prevede tuttavia un solo aereo.

Per vedere Hyplane in volo sarà necessario ancora qualche anno, poi la possibilità di sperimentare il volo suborbitale come novelli astronauti sarà finalmente realtà.

[ads2]

Letture Consigliate