Oggi Roma festeggia il 2774esimo anniversario dalla sua fondazione. Le tradizioni romane hanno adornato la storia della città con varie leggende

Roma oggi, 21 aprile 2021, celebra il 2774esimo anniversario dalla sua fondazione; secondo una leggenda la fondazione di Roma o Natale di Roma, è stata fissata al 21 aprile dell’anno 753 a.C. dal letterato latino Varrone, sulla base dei calcoli effettuati dall’astrologo Lucio Taruzio. In realtà Varrone conosceva bene la Grecia e come tutti i Romani del primo secolo a.C. aveva numerose date tra le quali scegliere per fissare la fondazione di Roma. Scelsero il 753 a.C. poiché si collegava alla nascita della democrazia ateniese, che avvenne appunto con l’inizio della nomina degli arconti decennali e poi annuali ad Atene.

Potrebbe interessarti:

La leggenda di Romolo e Remo

Altre leggende, basate su altri calcoli indicano date diverse: un mito racconta di Marte, il dio della guerra, che si invaghì della fanciulla Rea Silvia e dopo averla posseduta la rese madre di due gemelli, Romolo e Remo. Amulio ordinò ai suoi soldati di uccidere i due bambini, ma questi per pietà li risparmiarono e li abbandonarono in una cesta lungo il Tevere. Una lupa, attirata dai vagiti dei due bambini, li raggiunse e li allattò nella sua tana del monte Palatino, fino a quando furono trovati da un pastore che insieme a sua moglie li adottò. Ormai adulti, i gemelli uccisero Amulio.

La leggenda narra, inoltre, di come Romolo uccise Remo e quindi la fondazione di Roma è avvenuta a opera di Romolo, discendente dalla stirpe reale di Alba Longa, che a sua volta discendeva da Ascanio, figlio di Creusa e di Enea, l’eroe troiano giunto nel Lazio dopo la caduta di Troia.

Letture Consigliate