Zaniolo
Foto: Instagram Nicolò Zaniolo

Test fisici non superati da Zaniolo, il controllo a Innsbruck ha evidenziato complicazioni. Per il rientro ci vorrà almeno un altro mese

Sembra non finire mai la sua Odissea. A soli 21 anni, Nicolò Zaniolo, fantasista giallorosso con tanto talento e molta voglia di emergere, ha già affrontato nella sua carriera due rotture del crociato, uno per ginocchio.

Potrebbe interessarti:

Un tipo di infortunio non semplice da superare, che ti porta fuori dal campo tanto tempo, almeno 6 mesi, e dal quale non tutti riescono poi a tornare ai propri livelli. Dopo aver superato il primo stop, Zaniolo era sceso in campo nella partita di Nations League tra Italia e Olanda, nello scorso 7 Settembre, e proprio durante questo incontro, si era infortunato al legamento del ginocchio sinistro. Il mondo del pallone italiano e non solo, si è stretto subito intorno al giovane giallorosso, incoraggiandolo a superare l’ennesima prova e con l’augurio di riaverlo ancora con la maglia azzurra nel Europeo.

Dopo aver svolto il classico percorso di riabilitazione, Zaniolo nella giornata di ieri era volato a Innsbruck, in Austria, dove è seguito dal professor Fink, per il controllo al ginocchio operato. I test fisici non sono stati superati del tutto, perciò il risultato ha portato ad un ritardo nel rientro, almeno di un altro mese. Le possibilità quindi per il numero 22 di essere protagonista in Euro 2021 si assottigliano sempre di più.

Letture Consigliate