29 Novembre 2023 - 12:09

Ruggi, operazione salvavita ad una donna nigeriana

La donna di origine nigeriana, dopo aver partorito, è stata colpita infatti da una patologia insidiosa e alquanto rara

ruggi salerno, rotaract Castel San Lorenzo

L’immensa gioia di una mamma per la nascita del suo secondo bambino, è stata presto offuscata da una situazione di altissima criticità che è subentrata poche ore dopo aver partorito. Nel Reparto di Gravidanza a Rischio dell’AOU San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona di Salerno, diretto dal dottore Mario Polichetti, il miracolo della vita e la felicità che ne deriva si è scontrato con un’emergenza prontamente risolta dall’equipe medica, che con determinazione e tempestività, è riuscita a gestire la complessa situazione.

La donna di origine nigeriana, dopo aver partorito, è stata colpita infatti da una patologia insidiosa e alquanto rara, ovvero l’infarcimento emorragico dell’utero cioè la contrattività dello stesso nella fase post operatoria. La paziente non ha avuto un’atonia classica, con perdite di sangue esterne all’utero, ma una preoccupante ed imprevista perdita interna per infarcimento emorragico.

La donna è stata sempre compensata ed equilibrata nei parametri vitali, nonostante l’inevitabile asportazione dell’utero che ha permesso la conseguente interruzione dell’emorragia interna, necessaria a superare la criticità del caso e permetterle di abbracciare finalmente il suo bambino. Il Dottore Polichetti, tiene a ringraziare la sua equipe, che sotto la sua guida ed in perfetta sinergia, è riuscita a salvare la vita di una giovane mamma.