Salernitana, bel gioco ma zero punti

Uncategorized Salernitana, bel gioco ma zero punti

Salernitana sconfitta solo su calcio di rigore da una forte Atalanta

Campionato Primavera, trofeo “Giacinto Facchetti” Gir. “C”.
Centro sportivo Vincenzo Volpe di Salerno. Sabato 14 gennaio 2017.
Salernitana – Atalanta  0–1.

- Advertisement -

La Salernitana chiude il girone di andata con una sconfitta solo di misura contro l’Atalanta. La sconfitta però non cancella la buona prova dei ragazzi di Savini.
Nel primo tempo una grossa opportunità per Carrafiello all’8°, ma il suo diagonale si perde di poco fuori. L’Atalanta controlla bene ma il maggior possesso di palla è della Salernitana che appare molto tonica ed imprime alla gara un eccellente ritmo.

salernitana
Latte Lath goleador allo Juventus stadio a Salerno tante occasioni senza goals.

- Advertisement -

La Salernitana si permette una distrazione nella prima frazionedel 35° e solo per un soffio non gli costa cara. Sulla sinistra, Latte Lath, il goleador dello Juventus Stadio crea il panico sulla sinistra e dal fondo mette dietro per l’accorrente Capone che con un fendente colpisce in pieno il palo alla sinistra di Scolavino.
Prima dello scadere altre due buone opportunità per la Salernitana. Al 36° di poco fuori il colpo di testa dell’attaccante Maione. Un minuto dopo ci prova da fuori Garofalo, ma il suo tiro si alza sulla traversa.
Ma la Salernitana spreca la vera occasione al 43°. Su una ripartenza, Carrafiello riesce ad eludere la marcatura di un eccellente Zampataro ma viene steso in area dal suo ritorno. Il Vigile di Cosenza, a due passi, non ha dubbi: rigore per la Salernitana.

salernitana
Ghiotta occasione per la Salernitana che manca il vantaggio dal dischetto.

Paolella si porta sul pallone, ma Taliento intercetta la sua battuta. Si chiude così il primo tempo a reti inviolate.
La ripresa è tutta un’altra gara. L’Atalanta spinge e vuole chiudere la gara. Pirotecnica azione al 50°  con un tiro di Lath respinto da Scolavino, susseguente tiro di Capone respinto dal palo e ulteriore tiro di Mazzocchi ribattuto sulla linea da Ranieri che manda in angolo. Per il resto la Salernitana cerca di contrastare, ma non è più viva come nel primo tempo. Innumerevoli occasioni capitate sui piedi di Lath esaltano le prodezze di Scolavino che in più di tre volte si supera. Al 60° su un bel tiro a giro con una plastica parata.  Al 61° su un colpo di testa ravvicinato di Mazzocchi e al 63° con una perentoria uscita di piede su di una incursione di Lath.

- Advertisement -

Salernitana
Rigore  siglato per l’Atalanta con Bolis.

Nulla invece può sul calcio di rigore battuto impeccabilmente dall’Atalanta. Bolis al 79° dal dischetto spiazza Scolavino. La gara  si chiude così sul risultato finale di: Salernitana 0 – Atalanta 1.  Il finale di gara riserva un brutto colpo per De Angelis che lascia la Salernitana in dieci. In uno scontro di gara con un attaccante Atalantino a causa di un infortunio è costretto ad uscire. Sulla barella l’ammonizione che il Sig. Vigile di Cosenza gli commina, concedendo la precedenza ai soccorsi medici.

Salernitana
Il Sig.Vigile della sezione A.I.A. di Cosenza.

Tabellino della gara:

SALERNITANA : Scolavino, Nardecchia (13’ st Alcorace ), Ranieri, De Angelis, Libertino (31’ st Zorresi); Paolella, Garofalo, Somma (39′ st Cantelli). Gaeta, Maione e Carraffiello. A disp.: Cangiano, Marone, Pettinato, Siciliano, Locci, Altea e Faella. Allenatore: Savini.

ATALANTA : Taliento, Zambataro, Marchetti, Gatti, Migliorelli, Zanoni (10’ st Elia), Pagliari, Bolis, Latte Lath, Capone e Mazzocchi. A disp.:Gelmi, Alari, Del Prato, Ogliari, Da Riva, Rizzo Pinna, Tomas e Kulusevski. Allenatore: Bonacina.

Marcatore: 79° Bolis rig. (A)

Arbitro: Vigile di Cosenza con gli assistenti Cucumo e Netti.

Ammoniti: Zambataro (A), Garofalo (S), Alcorace (S), De Angelis(S).

 

 

- Advertisement -
Avatar
Pasquale D'Aniellohttps://zon.it
Pasquale D’Aniello, giornalista, nato a Sant’Antonio Abate in provincia di Napoli. Da sempre appassionato di calcio con alcune esperienze dilettantistiche sul campo e sulla panchina. Autore nel 2012 del Libro: "Scugnizzeria agli Albori di un Successo"​ e premiato a Gallipoli nel 2015 (Torneo Internazionale che assegna il Trofeo Caroli Hotels), quale miglior giornalista del calcio giovanile. L'approccio con il calcio giovanile dilettantistico e professionistico da qualche decennio, ha fatto maturare in me nuove convinzioni ed intravedere nuovi orizzonti. "​ Il calcio è educazione, è economia, è uno dei modi di essere società"​. Tutto questo mi ha portato ad essere un "Cronista del calcio giovanile Campano"​, con il fine ultimo di far comprendere che questo Sport deve essere una sana sfida per misurare l'estro calcistico e nulla ha, che possa riguardare il fanatismo e qualsiasi altra devianza che provoca rancore anche a pochi metri di distanza tra i vari campi di calcio. La fortuna poi, di incontrare tantissimi professionisti legati a questo mondo, ha fatto il resto...

Covid-19

Italia
203,182
Totale di casi attivi
Updated on 25 October 2020 - 04:42 04:42