Salernitana-Milan, i pareri di Savini e Brocchi

Salernitana Milan
Savini e Brocchi

Nella settima giornata del campionato primavera, del girone B, il Milan si ferma a Salerno. La Salernitana vince per uno a zero con una grossa prova collettiva di orgoglio e compattezza. Prove di spicco per il portiere Patella, autore di alcuni interventi decisive e l’attaccante Cappiello mattatore del match

Nel dopo-gara le impressioni dei due tecnici Marco Savini della Salernitana e Cristian Brocchi del Milan.

P.D.: “ Mister, una striscia di risultati positivi ed oggi una vittoria di prestigio contro il Milan, dove vuole arrivare questa sua Salernitana?”

Savini: “ Sono un fortunato ad avere un gruppo che si sacrifica e s’impegna nel corso di un’intera settimana, per poi arrivare all’impegno stesso al massimo della condizione. Quando poi arriva un risultato positivo, come quello di oggi, dopo tanti sforzi e sofferenze è questo un premio che ci gratifica e ci rende consapevoli che i nostri sforzi non risultano vani.”

milan
Marco Savini Salernitana primavera 2015-16.

P.D.: “ La Salernitana è una matricola, il Milan uno dei primi clubs al mondo con ragazzi che passano dalla primavera alla prima squadra, ultimo il nostro conterraneo Donnarumma. Oggi però in campo non è parso un divario così enorme quali le sue spiegazioni?”

Savini: “ Il Milan è una grandissima squadra. Parte benissimo da dietro ed ha due catene a destra e a sinistra che lavorano benissimo. Noi abbiamo cercato di limitare il “gap” cercando assiduamente la nostra unità di gruppo. Andarli a prendere alti, per la loro maggior qualità, era un rischio troppo alto. Per cui ci siamo compattati cercando di colpirli nelle ripartenze. Il risultato ci ha confortato nella nostra scelta ed è il giusto premio per tutti i ragazzi che hanno dato, e fino alla fine, il meglio di loro stessi. La squadra si è espressa bene, certo che qualche errore  è stato commesso anche oggi, ma noi stiamo qui proprio per migliorarci e progredire nella nostra crescita. ”

milan
Giovanni Patella portiere della Salernitana.

P.D.: “ A prescindere dal risultato ed in riferimento alla diversa qualità e categoria, ritiene che giocare contro il Milan è sempre un’esperienza per alimentare la crescita?”

Savini: “ Sì! D’altronde non è solo Milan…noi siamo inseriti in un girone molto, molto duro (gir.B) che però  è anche molto stimolante. Quando si affrontano squadre di questa levatura è possibile verificare gli stimoli dei singoli ragazzi … per questo direi che i complimenti vanno fatti a loro ma non solo per quello che fanno il sabato, ma soprattutto per tutto quello che fanno durante la settimana: molto applicati, molto attenti e soprattutto molto vogliosi di migliorarsi.”

Diverso l’umore di mister Brocchi che nonostante la buona prova dei suoi, denuncia una determinazione ancora carente ed esalta il grosso impegno societario.

milan
Cristian Brocchi Milan primavera 2015-16.

P.D.: “ Mister, sicuramente un risultato che stà strettissimo al Milan, comunque non si può negare una gran tenacia della Salernitana!”

Brocchi: “ Sicuramente! Loro hanno trovato goal su di un nostro errore…poi noi abbiamo cercato di giocare e secondo il mio punto di vista, abbiamo fatto anche una buona partita, sotto la qualità del gioco. E’ normale però che in situazioni come quella di oggi, bisogna avere più determinazione, più cattiveria di vincere … creare diverse situazioni che poi ti portano a vincere . Ripeto oggi non posso dir niente dal punto di vista del gioco … su tutte le altre aree invece potrei dire qualcosa!”

P.D.: “ Uscendo i ragazzi sono apparsi un po’ giù cosa ha riferito loro negli spogliatoi?”

Brocchi: “ E’ giusto che siano tristi, perché indossano una maglia importante …alcuni tra loro sono dei professionisti e quindi è giusto che sentano il peso delle responsabilità. Noi, e parlo della Società, gli stiamo dando tutto per potersi migliorare … per inseguire il loro sogno. Io penso che tutto quello che stà facendo la società per loro è incredibile. Quindi adesso stà a loro approfittarne, per poi ambire a qualcosa di importante!”

milan
Brocchi in carriera anche Lazio Inter e Milan.

P.D.: “ Come ha visto la matricola Salernitana?”

Brocchi: “ Sicuramente, ha giocato una partita di grande determinazione …di gruppo! Hanno giocato tutti insieme, come deve sempre essere in una squadra di calcio. Volevano portare a casa a tutti i costi una vittoria … che poi alla fine è arrivata. Quindi il merito và a loro anche se a noi è mancata la stessa determinazione che abbiamo avuto, la settimana scorsa, contro il Vicenza.”

P.D.: “ Autore della rete con il Vicenza Luca Vido che, per vostra e nostra sfortuna, non abbiamo potuto ammirare qui al Figliolia causa infortunio. Le sue condizioni?”

Brocchi: “ Purtroppo  i tempi di recupero saranno un po’ lunghini!”

Articolo precedenteBMTA, termina la XVIII edizione
Prossimo articoloBagheria, 36 commercianti si ribellano alla Mafia
Avatar
Pasquale D’Aniello, giornalista, nato a Sant’Antonio Abate in provincia di Napoli. Da sempre appassionato di calcio con alcune esperienze dilettantistiche sul campo e sulla panchina. Autore nel 2012 del Libro: "Scugnizzeria agli Albori di un Successo"​ e premiato a Gallipoli nel 2015 (Torneo Internazionale che assegna il Trofeo Caroli Hotels), quale miglior giornalista del calcio giovanile. L'approccio con il calcio giovanile dilettantistico e professionistico da qualche decennio, ha fatto maturare in me nuove convinzioni ed intravedere nuovi orizzonti. "​ Il calcio è educazione, è economia, è uno dei modi di essere società"​. Tutto questo mi ha portato ad essere un "Cronista del calcio giovanile Campano"​, con il fine ultimo di far comprendere che questo Sport deve essere una sana sfida per misurare l'estro calcistico e nulla ha, che possa riguardare il fanatismo e qualsiasi altra devianza che provoca rancore anche a pochi metri di distanza tra i vari campi di calcio. La fortuna poi, di incontrare tantissimi professionisti legati a questo mondo, ha fatto il resto...