Salernitana raggiunta dal Brescia con Strada

Calcio Salernitana raggiunta dal Brescia con Strada

Stadio Figliolia di Baronissi, 5 marzo  2016, ore 11:00. Campionato Primavera girone “B” Salernitana 2 – Brescia 2

Marcatori:  11′ e 48’ Cappiello (S); 50’ e 30’ Strada (B).

- Advertisement -

SALERNITANA : Caruso, Faella, Tarallo, Moretta, Di Fraia, Cuomo, Terrone,  Arcaleni (38° Apicella), Cappiello ( 60°  Alfano),  Proto e Martiniello. A disposizione: Mangone, Libertino, Trozzo, Di Pietro, Pesce, Perpignano, Castaldi  e Palladino. Allenatore :  Marco Savini.

BRESCIA : Lancini,  Filippi, Paderno (67° Bruno), Masperi, Martinelli (67° Brambilla), Marconi, Scopelliti, Cistana, Milanesi, Strada e Minessi. A disposizione: Mandelli, Bodei, Camilli e Zojzi, Allenatore Davide Possanzini.

- Advertisement -

salernitana
Il direttore di gara.

Arbitro: Sig. Vito Mastrodonato di Molfetta coadiuvato da Antonacci (sezione A.I.A.  di Barletta) e Urselli (sezione A.I.A. di Taranto).
Ammoniti:
Proto e Alfano, per i padroni di casa; Scopelliti per il Brescia.

Note: Spettatori circa 300, minuti di recupero due nel primo tempo e due nel secondo.

- Advertisement -

Vento forte stamane a Baronissi (Sa) che non ha impedito di assistere ad una bella gara del Campionato primavera. A Salerno è di scena il Brescia di mister Possanzini che tra le sue fila annovera il figlio dell’ex granata e adesso Direttore sportivo Pietro Marco Strada.

salernitana
Scopelliti buon secondo tempo per lui.

Inizia con il giusto piglio la gara della Salernitana che all’11° già passa in vantaggio con il suo attaccante Cappiello Giovanni. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo irrompe il n. 9 della Salernitana che incrociando da sinistra a destra mette, di testa, alle spalle del portiere del Brescia Lancini che non può arrivare nell’angolo alto opposto alla sua posizione. Con il vantaggio i padroni di casa acquistano maggior sicurezza ed il Brescia trova molte difficoltà ad imbastire buone trame. Al 19° altra azione pericolosa della Salernitana. È Cappiello che chiude bene una eccellente triangolazione tra Terrone e Martiniello. Il suo buon tiro è questa volta neutralizzato a terra da Lancini.  Mister Possanzini invoca più convinzione ai suoi sia dal limite che sotto rete. Infatti nel primo tempo i suoi ragazzi non impensieriscono mai il portiere Caruso,  praticamente inoperoso. Solo al 28° si vede il Brescia con un debole tiro di Milanesi facilmente bloccato dal portiere salernitano. Il primo tempo si chiude con la Salernitana in attacco e con un’irruenta discesa sulla destra di Cappiello che supera tutto il reparto difensivo e mette bene al centro dove per un soffio non arriva la deviazione di testa di Terrone,  a porta praticamente sguarnita.

salernitana
Il rigore di Strada che spiazza il portiere.

Il secondo tempo inizia sulla falsariga del primo e dopo solo sessanta secondi  Proto, da buona posizione, non impatta bene la palla ed il suo tiro appare senza pretese e viene neutralizzato da Lancini.  Nel minuto successivo, esattamente al 2° della ripresa, si concretizzano le tante occasioni sprecate nel primo tempo e dopo un batti e ribatti in area Bresciana arriva la zampata giusta di Cappiello che porta a due le marcature personali e di conseguenza della Salernitana. Con il raddoppio granata, la partita della Salernitana praticamente si chiude e si apre quella del Brescia. Per una mischia in area salernitana, il Sig. Mastrodonato ravvisa un fallo ai danni dell’attaccante Minessi e concede un calcio di rigore. Al 4° della ripresa, il n. 10, classe 97  Filippo Strada, è ipeccabile: portiere a destra e palla a sinistra.  Salernitana 2 – Brescia 1.

strada
Figlio d’ arte, il classe ’97 Filippo Strada.

Solo due minuti dopo  Milanesi, a porta praticamente sguarnita, manca clamorosamente il pari su punizione battuta da Scopelliti. Da rilevare l’ultima azione della Salernitana al 7° della ripresa con Cappiello che batte debolmente verso la porta difesa da Lancini e poi di seguito inizia lo “show “ del Brescia: al 54° un colpo di testa ravvicinato di Milanesi è neutralizzato da Caruso; al 58° un buon tiro di Strada prende in pieno il palo alla sinistra di Caruso; al 65° Morretta in scivolata ferma in angolo un’incursione di Scoppelliti;

salernitana
Il Brescia festeggia Strada, autore di un fantastico goal.

al 67° doppio cambio operato da mister Possanzini, Bruno e Brambilla rilevano Paderno e Martinelli; al 75° eurogoal di Strada: da circa quaranta metri leggermente defilato a sinistra, il n. 10 impatta benissimo con la palla e nonostante il vento a sfavore la sfera si insacca dove Caruso non può arrivare, vale adire nell’angolo alto alla sua sinistra; passano solo due minuti ( 77°)  e la palla del 2 a 3 capitata sui piedi di Masperi che spreca in malo modo svirgolando fuori . Giusto un’azione per rifiatare per la Salernitana al 79° con Terrone che prova da fuori e di nuovo Brescia. Questa volta è Scopelliti, buon secondo tempo per lui,  che all’88° si produce in un’azione insistita. Dal limite dell’area Salernitana supera ben tre contrasti e la sua forza fisica lo porta ad arrivare vicinissimo a Caruso che di piede salva la porta della Salernitana. In affanno e con le ultime forze rimaste la retroguardia della Salernitana riesce a reggere l’urto del Brescia e chiude la gara sul risultato finale di parità: Salernitana 2 – Brescia 2.

- Advertisement -
Avatar
Pasquale D'Aniellohttps://zon.it
Pasquale D’Aniello, giornalista, nato a Sant’Antonio Abate in provincia di Napoli. Da sempre appassionato di calcio con alcune esperienze dilettantistiche sul campo e sulla panchina. Autore nel 2012 del Libro: "Scugnizzeria agli Albori di un Successo"​ e premiato a Gallipoli nel 2015 (Torneo Internazionale che assegna il Trofeo Caroli Hotels), quale miglior giornalista del calcio giovanile. L'approccio con il calcio giovanile dilettantistico e professionistico da qualche decennio, ha fatto maturare in me nuove convinzioni ed intravedere nuovi orizzonti. "​ Il calcio è educazione, è economia, è uno dei modi di essere società"​. Tutto questo mi ha portato ad essere un "Cronista del calcio giovanile Campano"​, con il fine ultimo di far comprendere che questo Sport deve essere una sana sfida per misurare l'estro calcistico e nulla ha, che possa riguardare il fanatismo e qualsiasi altra devianza che provoca rancore anche a pochi metri di distanza tra i vari campi di calcio. La fortuna poi, di incontrare tantissimi professionisti legati a questo mondo, ha fatto il resto...

Covid-19

Italia
299,191
Totale di casi attivi
Updated on 30 October 2020 - 08:58 08:58