San Giacomo
Immagine da YouTube

San Giacomo Il Maggiore fu uno dei dodici Apostoli. Aveva dodici anni in più di Gesù. Fu uno dei più zelanti predicatori del Verbo del Signore

Oggi la Chiesa festeggia un altro santo davvero importante e particolare. Un uomo che è stato fondamentale per la vita di Gesù stesso e che, come tutti gli altri Apostoli, gli ha dedicato la sua completa vita. San Giacomo Il Maggiore è da ricordare soprattutto per il suo episodio con i Samaritani. Questi ultimi non volevano ricevere i discepoli del Signore. Giacomo, con il fratello Giovanni, si accostò al Divino Maestro e gli disse: “Signore, vuoi che diciamo al fuoco di discendere dal cielo a consumarli?

Gesù benignamente rispose: “Non sapete di che spirito siete. Il Figlio dell’uomo non è venuto a perder le anime, ma a salvarle.
San Giacomo dimostrò di aver fatto frutto dell’eloquente lezione. L’Apostolo nacque in Galilea circa dodici anni prima di Gesù. Era fratello di S. Giovanni, figlio di Zebedeo, pescatore in Betsaida, sul lago di Tiberiade e di Salome, discepola di Gesù. Chiamato all’apostolato da Gesù stesso, lo seguì generosamente, abbandonando le reti e la barca del padre. Questa generosità gli fruttò una speciale benevolenza da parte del Divin Maestro.

Fu uno dei più zelanti predicatori del Vangelo, tanto da spingersi fino in Spagna. Tornò poi a Gerusalemme nel 43, dove per ordine del re Erode Agrippa che voleva rendersi grato ai Giudei, fu fatto incarcerare e poi decapitare. Il suo corpo riposa ora nella basilica di Compostela in Spagna.