Sardegna: addio al tampone per entrare o uscire dalla regione

AttualitàSardegna: addio al tampone per entrare o uscire dalla regione

In Sardegna, dal 16 giugno, cade l’obbligo di tampone per chi arriva e chi parte. L’ordinanza che imponeva anche la registrazione al sito “Sardegna Sicura” è scaduta

Dal 16 giugno in Sardegna cade l’obbligo di tampone. Chi arriva da oggi potrà sbarcare senza certificati di vaccinazione e senza obbligo di tampone. L’ordinanza che lo imponeva è scaduta e con essa anche l’obbligo di registrarsi al sito “Sardegna Sicura”, liberi quindi di arrivare e di partire.

L’ordinanza che impone l’obbligo di tampone è scaduta martedì alla mezzanotte e non è stata rinnovata dal governatore Solinas. Si ritorna così alla “zona bianca” integrale. La Sardegna si allinea infatti alle altre regioni che prevedono la circolazione delle persone senza più restrizioni se non quelle indicate dalle disposizioni nazionali.

I limiti della “zona bianca”

Il mancato rinnovo dell’ordinanza, in vigore da fine maggio, è una chiara apertura al turismo, ma raccoglie tuttavia non poche preoccupazioni da parte degli operatori del settore. Il timore è quello del ritorno al contagio, come già accaduto in passato con la Sardegna in zona bianca. Un rialzo dei contagi potrebbe significare chiusure e quindi il crollo della stagione estiva.

La Sardegna resta sotto osservazione

La Sardegna resta tuttavia sotto osservazione, con un livello di rischio moderato, a causa di un focolaio ad Aritzo (Nuoro) con una cinquantina di contagi e a Valledoria (Sassari) dove 15 persone di una troupe cinematografica gramo contratto il virus. Preoccupa anche l’individuazione di una decina di casi da variante Delta (indiana).

Antonella Espositohttps://zon.it
Sono specializzata in Comunicazione pubblica e d'impresa e laureata in Scienze della comunicazione. Animata da una forte passione per la scrittura critica. Seguo con interesse musica, cinema e teatro.

Covid-19

Italia
97,220
Totale di casi attivi
Updated on 5 August 2021 - 03:12 03:12