probabili formazioni
Foto: Facebook U.S Sassuolo

Il Sassuolo vince e convince sul piano del gioco. Partita molto vivace con occasioni da ambo le parti ma la Samp non concretizza

Il sabato del 33° turno di Serie A si chiude con l’interessantissima sfida tra Sassuolo e Sampdoria.

Potrebbe interessarti:

Primo tempo senza reti con le due squadre che rendono comunque interessanti i primi 45 minuti. Il Sassuolo manovra in maniera avvolgente e ha numerosi spunti tattici. Nonostante ciò è la Sampdoria ad andare più vicina al vantaggio. Prima ci prova al 10′ con Keita che arriva a rimorchio, calcia, e non volendo serve Jankto che però manda al lato. Poi sugli sviluppi del calcio piazzato è la volta ci Colley ma interviene Chiriches.

Le squadre si affrontano e offrano spettacolo alternandosi nella fase offensiva, senza però concretizzare le varie occasioni create fatta eccezione per il goal annullato al Sassuolo per offside.

Nella ripresa il Sassuolo torna a schierare l’unica punta Defrel con alle spalle Traore, Berardi e il neo entrato Boga, che viene molto cercato dai compagni. I padroni di casa aumentano il passo e la Sampdoria è costretta a difendersi molto bassa, anche perché le punte non riescono a tenere palla.

Come ci poteva aspettare a sbloccare il match è il Sassuolo e lo fa al 69′ con Berardi: cross di Locatelli a cercare l’attacante neroverde che dopo la respinta aerea di Colley si coordina e batte Audero in rovesciata.

Dopo il goal subìto la Sampdoria tenta di ritrovare il pareggio con Candreva e Keita, ma il Sassuolo tiene palla e gestisce anche la stanchezza, che ormai soffrono entrambe le squadre.

TABELLINO

MARCATORI: 68′ Berardi.

SASSUOLO (3-5-2): Consigli; Chiriches, Marlon (45′ Boga), Ferrari; Kyriakopoulos (61′ Rogerio), Traore, Locatelli, Lopez, Toljan (61′ Muldur); Berardi (84′ Magnanelli), Defrel (76′ Obiang). A disposizione: Pegolo, Auhan, Boga, Peluso, Karamoko, Samele, Oddei, Bourabia. Allenatore: De Zerbi.

SAMPDORIA (4-4-2): Audero; Bereszynski, Yoshida, Colley, Augello; Candreva, Thorsby, Jankto( (79′ Askildsen), Damsgaard (79′ Leris); Gabbiadini (62′ La Gumina), Keita. A disposizione: Ravaglia, Letica, Rocha, Silva, Ekdal, Verre, Regini, Tonelli, Ferrari. Allenatore: Ranieri.

ARBITRO: Gariglio di Pinerolo. Assistenti: Giallatini di Roma 2 e Vono di Soverato. Quarto ufficiale: Marini di Roma 1. VAR: Di Paolo di Avezzano. AVAR: Costanzo di Orvieto.

ESPULSO: Benetti per proteste.

Letture Consigliate