tfa sostegno vi ciclo
immagine da Pixabay

TFA sostegno VI ciclo, quando partirà il nuovo ciclo di percorsi di specializzazione e quali sono i requisiti richiesti?

Pare che sia di prossimo avvio il VI ciclo del TFA Sostegno 2021, per il quale sono attualmente previsti 6191 posti ed il cui bando dovrebbe essere pubblicato a stretto giro. Ricordiamo che sono ancora in corso le lezioni del V ciclo per i docenti di sostegno ma che l’esigenza è quella di terminare il percorso di specializzazione entro il 16 luglio 2021. Non è da escludere quindi che il decreto di attivazione e i bandi successivi possano essere pubblicati prima della conclusione del V ciclo TFA sostegno. Il  nuovo Decreto Legge pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 1° aprile prevede che dal 3 maggio 2021 i concorsi riprenderanno in presenza nel rispetto delle linee guida del Comitato tecnico-scientifico

Potrebbe interessarti:

Cos’è il TFA sostegno?

Il TFA, sigla che sta per Tirocinio formativo attivo, è un percorso di formazione teorico-pratico che viene attivato presso le principali Università italiane statali e private che consente di ottenere l’abilitazione necessaria per partecipare ai concorsi scuola come posto su sostegno. Attualmente rappresenta la strada principale per diventare docente di sostegno.

I requisiti d’accesso

I titoli richiesti per partecipare saranno probabilmente gli stessi del V ciclo Tfa sostegno, quindi per la scuola d’infanzia e primaria possono partecipare solo i candidati in possesso di:
– laurea in Scienze della formazione primaria;
– oppure diploma magistrale, ivi compreso il diploma sperimentale a indirizzo psicopedagogico, con valore di abilitazione e diploma sperimentale a indirizzo linguistico, conseguiti presso gli istituti magistrali;
– oppure un titolo analogo conseguito all’estero e riconosciuto in Italia.

Per la scuola secondaria di primo e secondo grado possono infatti partecipare i candidati in possesso di:
– abilitazione specifica sulla classe di concorso;
– oppure titolo di laurea e 24 CFU (Crediti Formativi Universitari) in discipline antropologiche, psicologiche, pedagogiche e in metodologie e tecnologie didattiche.

Le prove

La selezione prevede diverse prove d’esame:
– prova preselettiva;
– eventuale prova scritta, a discrezione dell’università;
– prova orale, con quesiti a risposta aperta.

Quali classi di concorso non possono partecipare

Non è più consentito l’accesso alla selezione per le classi di concorso ad esaurimento o non più previste dagli ordinamenti:

  • A-29 Musica negli istituti di istruzione secondaria di secondo  grado;
  • A-66 Trattamento testi, dati ed applicazioni. Informatica; A-76 Trattamenti testi, dati ed applicazioni, informatica, negli istituti professionali con lingua di insegnamento slovena;
  • A-86 Trattamenti testi, dati ed applicazioni, informatica, negli istituti professionali in lingua tedesca e con lingua di insegnamento slovena; B-01 Attività pratiche speciali;
  • B-29 Gabinetto fisioterapico;
  • B-30 Addetto all’ufficio tecnico;
  • B-31 Esercitazioni pratiche per centralinisti telefonici;
  • B-32 Esercitazioni di pratica professionale;
  • B-33 Assistente di Laboratorio.

Accesso diretto alle prove scritte

Accedono direttamente alle prove scritte del TFA sostegno i soggetti che nei dieci anni scolastici precedenti abbiano svolto almeno tre annualità di servizio, anche non consecutive, valutabili come tali ai sensi dell’articolo 11, comma 14, della legge 3 maggio 1999, n. 124, sullo specifico posto di sostegno del grado cui si riferisce la procedura, nonché i candidati di cui all’articolo 20, comma 2-bis della legge 5 febbraio 1992, n. 104 (candidati con disabilità affetti da invalidità pari o superiore all’80%)

Letture Consigliate