Semifinale di The Voice of Italy, ecco chi sono i finalisti



Semifinale

Ieri si è tenuta la semifinale di The Voice, con tanti ospiti e colpi di scena. Passano: Elya Zambolin , Tanya Borgese, Alice Paba e Charles Kablan

Il mercoledì sera di RAI 2 si è svolto nel segno della semifinale di The Voice of Italy. I quattro team sono scesi in campo con i campioni scelti dai rispettivi coach.

Team Pezzali: I Wolf Vs Elya Zambolin

Team Carrà: Samuel Pietrasanta VS Tanya Borgese

Team Dolcenera: Alice Paba VS Joe Croci

Team Killa: Frances Ascione VS Charles Kablan

Il meccanismo della semifinale prevede una doppia esibizione: una cover e un duetto con un artista famoso, così facendo si offre maggiore visibilità al talento che ha una chance aggiuntiva per mostrare tutte le carte a sua disposizione.

Ad iniziare sono stati i semifinalisti di Max Pezzali che si sono sfidati ad armi pari in un duello musicale che ha visto trionfare il biondo e talentuoso Elya Zambolin. Elya ha cantanto We are young in uno stile assolutamente personale e ha convinto sia il suo coach che gli ha attribuito 60 punti sui 100 disponibili, sia il televoto che lo ha visto elevarsi sugli I Wolf (hanno portato Eppur mi sono scordato di te) con una percentuale stracciante. Gli I Wolf hanno cantato con Rocco Hunt, il brano con cui il rapper ha partecipato a Sanremo, Wake up, mentre Elya ha intonato con Lorenzo Fragola la coinvolgente Luce che entra.

Il secondo verdetto ha visto scontrarsi i cantanti del team Carrà: da una parte Samuel Pietrasanta con la sua Hymn for the week-end, dall’altra Tanya Borgese che ha surriscaldato il palco con la sensuale Do ya I’m sexy riuscendo a guadagnare sia i favori di Raffaella che a lei ha destinato i 60 punti, sia quelli del pubblico che l’ha preferita a Samuel con il 51%. I concorrenti hanno duettato con Alessio Bernabei che ha fatto saltellare Pietrasanta sulle note di Noi siamo infinito e con Baby K che ha fatto ballare non solo la Borgese al ritmo di “Roma Bangkok” ma anche tutta la platea di The Voice. Subito dopo le esibizioni, la Carrà si è concessa una gaffe, la seconda dopo quella su Bob Dylan fatto passare per Bob Marley (equivoco che l’è valso un tapiro d’oro). “Samuel non è bello quanto Elya” questa l’affermazione che ha suscitato le reazioni di stupore dei presenti in studio che hanno difeso Pietrasanta con un bel coro da stadio sulle note della canzone “Sei bellissima”, naturalmente adattata al maschile. Raffella si è fatta perdonare alla grande con un’offerta di coproduzione per un probabile disco pensato per Samuel.

La terza sfida è stata quella tra Alice Paba e Joe Croci, superstiti del team Dolcenera. La grinta di Alice Paba è emersa grazie alla sua originale proposta di Almeno tu nell’universo e ha prevalso sulla timida Stay with me di Croci, performance criticata da Emis Killa secondo cui, Croci non sarebbe in grado di rendere giustizia ai brani in italiano. Voce che lo stesso cantante ha cercato di smentire durante l’esecuzione di Tutta d’un fiato insieme con il duo Benji e Fede, siparietto frizzante, ma non sufficiente a farlo accedere alla finalissima. È infatti Alice Paba ad accaparrarsi la vittoria, superando di un punto percentuale la prova, grazie anche ai 60 punti conferiteli dal suo coach Dolcenera. La Paba ha colpito anche Raffaella Carrà che l’ha definita “un istinto geniale”. Geniale come il duetto energetico che la Paba ha tenuto con Giusy Ferreri, in Volevo te.

Singolare è stato il momento dedicato ai festeggiamenti per il compleanno di Dolcenera, dopo un video auguri da parte deli altri giudici e ormai amici, Federico Russo ha consegnato alla cantautrice salentina, una torta di frutta con tanto di mega candelina. Inevitabile la commozione dell’artista che non ha potuto trattenere le lacrime.

Ultima squadra a scendere in campo durante la semifinale di The Voice, è stata quella di Emis Killa. Lo scontro è stato quello tra la voce soul di Frances Ascione che dopo una precisissima How will I know ha stravolto i canoni di Per dimenticare degli Zero Assoluto con i quali ha condiviso il palco durante la seconda esibizione; e il gettonatissimo Charles kablan, già accreditato da molti come probabile vincitore. Charles Kablan con I Ain’t Got you ha fatto vibrare le pareti dello studio, dando dopo vita ad un momento di estrema delicatezza canora, eseguendo Una finestra tra le stelle con Annalisa. Quarto finalista è Charles Kablan con il 65% e i 60 punti di Emis Killa, straccia il biglietto verso la finale.

La finalissima di The Voice of Italy si terra luned’ 23 maggio, sempre su rai 2, a partire dalle 21.10. Con la conduzione di Federico Russo, a sfidarsi saranno: Elya Zambolin (Team Pezzali); Tanya Borgese (Team Carrà); Alice Paba (Team Dolcenera) e Charles Kablan (Team Killa).

Leggi anche