Serbia: la candidatura all’UE riceve la benedizione dell’Austria



Serbia

Alexander Van Der Bellen, presidente austriaco, lancia l’ingresso della Serbia nell’UE. Nuovi negoziati potrebbero essere aperti

L’Austria benedice la Serbia. Durante la visita ufficiale nello stato dell’Europa orientale, Alexander Van Der Bellen, presidente austriaco, ha speso parole al miele per la nazione, lanciandola di fatto nell’Unione Europea. Potrebbe essere l’inizio anche di alcuni negoziati d’adesione.

Spero che capirai che i problemi bilaterali aperti devono essere risolti prima dell’adesioneCiò non dovrebbe essere interpretato come una sorta di riserva speciale che l’UE ha nei confronti della Serbia. L’Unione ha semplicemente avuto due brutte esperienze e non vuole ripeterle per la terza volta. La prima brutta esperienza è stata con Cipro e la seconda ha riguardato i confini tra Slovenia e Croazia.” ha spiegato Van Der Bellen a Vucic.

Una delle condizioni affinché la Serbia diventi membro dell’UE è che Belgrado e Pristina risolvano i loro problemi. Nessuno può sapere se ci riusciremo, noi abbiamo dimostrato la nostra volontà nel raggiungere una soluzione di compromesso, ma continueremo a provarci.” ha poi risposto lo stesso presidente serbo.

Nuova partnership in vista?

Leggi anche