17 Dicembre 2021 - 08:54

Serie A, al via penultima giornata di andata: che occasione per l’Inter

serie a

La 18ª di Serie A parte da Lazio-Genoa alle 18:30, poi l’Inter a Salerno. Sabato alle 15 c’è Atalanta-Roma, si chiude domenica a San Siro con Milan-Napoli

Può succedere tutto e il contrario di tutto in questa 18ª giornata di Serie A. La penultima del girone di andata, spalmata in tre giorni da venerdì a domenica, può decretare la prima minifuga dei nerazzurri impegnati nel più classico dei testa-coda a Salerno.

Conquistata la vetta della classifica a seguito dell’inaspettato stop del Milan a Udine, la squadra di Inzaghi punta a sfruttate al meglio il turno complicato delle dirette inseguitrici per piazzare il primo affondo della stagione. 

Salernitana-Inter

Dopo una settimana molto più che complicata dal punto di vista societario, la Salernitana ospita i campioni d’Italia in carica all’Arechi, in quella che potrebbe essere l’ultima uscita stagionale dei campani in casa. Il trustee, infatti, non ha ricevuto alcuna proposta concreta per cedere la società granata che quindi rischia l’esclusione dal campionato già a partire dal prossimo 31 dicembre.

Passando al calcio giocato, l’Inter ha una ghiotta occasione per le mani e per questo conferma 10/11 della formazione che ha battuto il Cagliari a San Siro. L’unica eccezione è il duo d’attacco, dove continua l’alternanza tra le punte che dovrebbe vedere Dzeko al posto di Lautaro in coppia con Sanchez. Il cileno, al centro di rumors di mercato, si sta dimostrando un’arma fondamentale nel turn over di Inzaghi che continua a credere in lui. Per il resto resta intoccabile il centrocampo e gli esterni con Perisic che potrebbe fare staffetta con Dimarco.

Atalanta-Roma

Il primo anticipo del sabato vedrà di fronte la squadra di Gasperini, reduce da una striscia di sei vittorie consecutive, e la psyco-Roma di Mourinho. I bergamaschi sono in un periodo di forma straordinario dove ha recuperato punti su tutte le pretendenti allo scudetto, arrivando a soli 3 punti dall’Inter capolista. Per il tecnico nerazzurro soliti dubbi di formazione sulla trequarti dove Pasalic, Pessina, Malinovskyi e Ilicic si giocano due maglie dietro a Zapata. Altro ballottaggio è quello tra Maehle e Hateboor con il primo leggermente favorito. Per il resto confermati in blocco tutti gli altri.

La Roma, invece, ha ritrovato vittoria e punti contro lo Spezia dopo due ko consecutivi che ha rilanciato i giallorossi al sesto posto in classifica. Mourinho ritrova Zaniolo dal primo minuto mentre sarà ancora out capitan Pellegrini. Sempre in estrema difficoltà contro le big, i giallorossi puntano ad invertire il trend contro l’Atalanta con un 3-5-2 che vedrà Abraham come terminale offensivo con Karsdorp e Vina quinti di centrocampo. Cristante in mediana con Veretout e Mkhitaryan leggermente più avanzato.

Milan-Napoli, il big match della 18ª di Serie A

Il 18° turno di Serie A si chiuderà con il match clou di San Siro tra le due squadre che hanno guidato la classifica per 17 giornate: Milan e Napoli. Quella tra i rossoneri e i partenopei potrebbe benissimo essere considerata come la partita tra le due squadre che più di tutti stanno pagano lo scotto degli infortuni nelle ultime settimane, mostrando tutte le criticità delle rispettive rose. Per entrambe le squadre la sfida all’Inter ha rappresentato l’inizio del “declino”. Arrivate con sette di punti di vantaggio nei rispettivi scontri diretti contro nerazzurri in poco più di un mese è cambiato tutto, con entrambe finite dietro la squadra di Inzaghi.

Nelle cinque giornate dopo il Derby, il Milan è riuscito a vincere solo con Salernitana e Genoa, perdendo malamente a Firenze e in casa con il Sassuolo prima di acciuffare il pari a Udine nei minuti finali. Non il migliore dei modi per approcciare una partita così delicata. Visti i numerosi infortuni, Ibrahimovic sarà costretto agli straordinari, alle sue spalle i maggiori indiziati ad una maglia da titolare rimangono Krunic, Diaz e Saelemaekers. Romagnoli e Tomori centrali difensivi, con Florenzi e Theo sugli esterni. Tonali e Kessie in mediana.

Stessi problemi per Spalletti che dopo il brutto ko in casa con l’Empoli, punta ad una vittoria di prestigio a San Siro. L’emergenza ha colpito tutti i reparti, portando alla luce crepe difficili da pronosticare dopo l’inizio scoppiettante di stagione. Visti gli uomini contati e perso Manolas tornato in Grecia, la coppia difensiva sarà composta da Rrahamani e Juan Jesus con Di Lorenzo e Malcuit sugli esterni. A centrocampo torna Anguissa dal primo minuto che farà coppia con Demme in mediana, vicino al rientro anche Zielinski che potrebbe partire anche lui dall’inizio. Lozano e Politano daranno supporto a Mertens.