Simon Gautier, trovato morto in una scarpata il turista francese disperso



simon gautier
immagine da pixabay

Simon Gautier, il turista francese disperso dallo scorso 9 agosto, è stato trovato morto in una scarpata. Aperta inchiesta per ritardo nei soccorsi

Si è conclusa nel peggiore dei modi la vicenda di Simon Gautier, il turista francese che lo scorso 9 agosto è scomparso nel Cilento. Gli uomini del soccorso alpino hanno individuato il corpo esanime del ragazzo di 27 anni, all’interno di una scarpata nella zona di Belvedere di Ciolandrea, a San Giovanni a Piro, provincia di Salerno.

Finora, sia il personale di soccorso che volontari, con l’ausilio di droni, hanno perlustrato la zona al fine di provare a rintracciare il giovane scomparso. L’ultima chiamata di Gautier risale proprio al 9 agosto, quando ha chiamato, disperato, il 112 nella speranza di essere aiutato: “Sto morendo di dolore, sono caduto in una scarpata, ho le gambe rotte, aiutatemi, vedo il mare ma non so dove mi trovo“.

Da quel momento sono iniziate le ricerche su un’area di 143 Kmq tra Policastro, Scario e Punta degli Infreschi, zone del Cilento rinomate per gli stupendi paesaggi ma anche per gli impervi sentieri rocciosi.

Sul luogo del ritrovamento, i genitori di Gautier con un gruppo di amici del ragazzo, insieme all’ambasciatore francese in Italia e al sostituto procuratore Luigi Spedalieri. Al momento, la procura ha aperto un’inchiesta per accertare l’assenza di errori e ritardi nelle operazioni di salvataggio.

Leggi anche