Spal-Roma 2-1: un rigore di Petagna inguaia i giallorossi

spal-roma
Foto: Facebook SPAL 2013

Al “Mazza”, Spal-Roma termina 2-1 per i padroni di casa: decide un rigore di Petagna, che punti salvezza importanti; giallorossi ancora male

La Spal replica l’impresa dell’andata e vince ancora contro la Roma:al “Mazza” termina 2-1. Decisivo un discusso rigore di Andrea Petagna al 60′.

Male la squadra di Claudio Ranieri che, seppur zeppa di assenze (soprattutto in difesa), ha dimostrato i limiti di un’intera stagione. Dall’altra parte, la squadra di Semplici dimostra più voglia degli avversari e ha meritato i 3 punti, fondamentali per la corsa salvezza.

Sblocca la gara dopo 22 minuti Mohamed Fares per gli estensi: su uno spiovente proveniente da destra di Cionek, il numero 93 sale in cielo, sovrasta Karsdorp, e di testa supera Olsen. La reazione giallorossa stenta ad arrivare: ci prova Schick in qualche occasione ma non trova la porta.

Nella ripresa, Ranieri stravolge gli esterni d’attacco: fuori El Shaarawy e Kluivert, dentro Zaniolo e Perotti. E sono proprio questi due a confezionare il gol del pari all’ottavo della ripresa: il 22 italiano trova tra le linee Dzeko che viene messo giù in area di rigore da Cionek. Rigore netto che il numero 8 argentino segna, spiazzando Viviano.

Al 15′ c’è l’episodio che decide la gara: Petagna entra in area e al contatto con Juan Jesus cade a terra. Rocchi non ha dubbi e indica il dischetto: il VAR conferma ma le immagini sembrano dire tutt’altro, visto che l’attaccante scuola Milan sembra non essere toccato dal centrale della Roma. Dagli 11 metri, lo stesso Petagna batte Olsen, che intuisce ma non basta.

La Roma cerca disperatamente il pari ma Viviano è strepitoso su una conclusione a botta sicura di Edin Dzeko, che già pregustava il gol dopo essersi liberato di Vicari e Bonifazi. Dall’altra parte, su un azione d’angolo, Cionek scheggia la traversa e tiene la Roma a galla. Ma nei minuti finali e i 6′ di recupero non succede nulla e la Spal può festeggiare una vittoria meritata.