29 Dicembre 2022 - 16:33

Terremoto in Calabria: nessun danno

Terremoto in Calabria: la terra torna a tremare all'indomani di un terribile anniversario

Terremoto Marche

Alle 13.38 di oggi, giovedì 29 dicembre 2022, una scossa di terremoto di magnitudo 4.0 si è verificata sul versante cosentino del Mar Tirreno, distintamente avvertita a Cosenza e provincia, con epicentro individuato a largo di Paola e ad una profondità di circa 28 chilometri.

Fortunatamente, al momento, non si registrano danni a cose o persone.  Il terremoto di questo pomeriggio, seguito da due ulteriori scosse di minore intensità tra le 13.43 e le 13.45, è avvenuto all’indomani dell’anniversario del terremoto calabro-siciliano che il 28 dicembre 1908, in soli trentasette secondi, mise in ginocchio le città di Messina e Reggio Calabria.

Magnitudo 7.1, la scossa avvenne alle 5.20 della mattina: il terremoto di Messina è ancora oggi, per numero di vittime, la catastrofe naturale più grande mai verificatasi in Europa. All’epoca, per mancanza di strumentazioni adeguate, fu impossibile localizzare precisamente l’evento sismico e la conta dei danni, ingentissimi, finì per essere approssimativa e parziale.

Oggi i dati forniti dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) ci permettono di fare in tempo reale l’identikit di un terremoto: epicentro (il punto esatto da dove la scossa è partita), profondità e intensità (misurata in gradi con la scala Richter).

Non solo la Calabria: questa mattina la terra ha tremato anche in Campania, tra Napoli e Pozzuoli. Nessun danno, solo tanta e comprensibile paura – riversata e condivisa sui social – Tra le zone in cui la scossa si è avvertita più distintamente, Agnano, Bagnoli, Fuorigrotta, Soccavo, Pianura e l’area flegrea.