the sims
Immagine da Pixabay

Secondo un recente studio, il modo in cui si gioca a The Sims potrebbe aiutare ad individuare tratti psicopatici nelle persone

Dopo aver letto questo articolo, è probabile che non ripenserete mai più al gioco The Sims nel modo in cui lo avete sempre fatto. Se credete di non poter rivelare nulla della vostra psiche limitandovi a prendervi cura di un personaggio fittizio, vi sbagliate di grosso! O almeno, questa è la conclusione a cui sono arrivati alcuni studiosi della Lakehead University, in Canada, in seguito ad una ricerca pubblicata sulla rivista Evolutionary Psychological Science.

Potrebbe interessarti:

Giocare a The Sims non indica naturalmente, di per sé, la presenza di tratti psicopatici in chi lo fa. Ma qualche informazione di più può essere rivelata dal modo in cui si gioca. Già tramite uno studio realizzato nel 2015 sul terzo capitolo della serie di videogiochi, ad esempio, era emerso che le persone con i più alti livelli di psicopatia tendevano ad usare comportamenti più meschini e meno interazioni amichevoli.
Il gruppo di studiosi coinvolti nella più recente ricerca sono invece partiti dall’intenzione di voler analizzare l’ipotesi Cheater-Hawk della psicopatia, secondo cui i tratti psicopatici potrebbero evolversi a partire dalla tendenza a voler ottenere qualcosa “barando” (sfruttando la cooperazione degli altri) e utilizzando l’aggressività come strumento per raggiungere i propri scopi.

Per realizzare la ricerca, è stata creata una famiglia di Sims con tratti di personalità diversi: il traditore (ingannevole, subdolo, affascinante); il falco (aggressivo, maleducato, meschino); la colomba (sottomesso, nervoso, timido); il collaboratore (gentile, fiducioso, cooperativo). Ai 205 partecipanti è stato chiesto di creare un personaggio per riflettere se stessi – che è stato poi collocato in casa con gli altri – e di farlo quindi interagire con i personaggi intorno. Le interazioni sono state registrate e quantificate, mentre ai partecipanti è stato anche chiesto di completare una valutazione dei tratti psicopatici.
Come previsto dal team, le persone che mostravano livelli più elevati di tratti psicopatici avevano maggiori probabilità di mostrare comportamenti meschini aggressivi, oltre ad avere meno interazioni “amichevoli, divertenti e affascinanti”.
I nostri risultati possono suggerire che gli individui psicopatici vedono l’assenza di comportamenti aggressivi come un indicatore di debolezza e sono pronti a sfruttare o aggredire gli individui che mostrano questo tipo di debolezza“, hanno scritto i ricercatori.

Letture Consigliate