Toni Servillo
Dal film La Grande Bellezza

Al settimo posto della classifica che riunisce i venticinque migliori attori del secolo secondo il New York Times, c’è il “nostro” Toni Servillo

Pubblicata ieri sul quotidiano a stelle e strisce New York Timese stilata dai critici Manhola Dargis e A.O. Scott, al settimo posto della classifica che riunisce i venticinque migliori attori del secolo c’è il nostro Toni Servillo.

Protagonista del film Premio Oscar nel 2014 “La Grande Bellezza” di Paolo Sorrentino, è proprio attraverso la cinepresa del conterraneo regista che Servillo è riuscito a esprimere al meglio la sua artisticità: da L’uomo in più Le conseguenze de l’amore, dimostrandosi anche una perfetta maschera teatrale ne Il Divo (dove fu Giulio Andreotti) e nel dittico Loro, nel quale è convincentemente entrato nel corpo di Silvio Berlusconi.

Il New York Times scrive di lui:

“Come un attore shakespeariano, rende vivida l’umanità stravagante: uomini che vivono per piegare il mondo alla loro volontà. Inoltre cattura la loro profonda solitudine

Il tandem Servillo-Sorrentino, intanto, si è già ricomposto: sono infatti in corso in queste settimane le riprese del film E’ stata la mano di Dio (chiaro omaggio a quell’altro mito internazionale, anzi “sovra-nazionale” che è Maradona) in arrivo l’anno prossimo su Netflix.