Messico
foto di repertorio

L’autista del bus sul quale hanno perso la vita 13 studentesse è indagato per omicidio plurimo colposo. Errore umano?

[ads1]

Potrebbe interessarti:

“Lo siento, me he dormido“ ovvero “Mi dispiace, mi sono addormentato” ha ammesso l’autista subito dopo l’incidente con gli uomini dei servizi di emergenza arrivati per primi sul luogo dove si è consumata la tragedia. A riferirlo è stato il quotidiano spagnolo La Razon. 

Avvalorata l’ipotesi dell‘errore umano. Lo schianto sarebbe stato causato da un colpo di sonno poiché l’autobus era partito da Valencia per Barcellona dopo le tre del mattino. L’uomo, 63 anni, è risultato negativo ai test per alcol e droga. Ieri sarebbe dovuto comparire davanti a un giudice per un interrogatorio, ma l’incontro è stato rinviato perché ha avuto dei problemi polmonari ed è stato ricoverato in ospedale.

Ora è indagato per “omicidio per imprudenza” secondo il codice penale spagnolo, come scrive il quotidiano catalano La Vanguardia. La maggior parte dei passeggeri erano studenti in Erasmus: l’escursione a Valencia, in occasione della festa dei falò, era stata organizzata dall’Erasmus Student Network dell’Università di Barcellona.

Tra le tredici vittime, sette studentesse italiane. Si tratta di Valentina Gallo, 22 anni, di Firenze, Elena Maestrini, 21 anni, di Bagno di Gavorrano (Grosseto), Serena Saracino, torinese, che avrebbe compiuto 23 anni a Pasquetta, Francesca Bonello, 24enne genovese, Elisa Valent, 25 anni, friulana di Venzone, Lucrezia Borghi e Elisa Scarascia Mugnozza.

[ads2]

Letture Consigliate
Articolo precedenteAmaro Averna, plastica all’interno. Campari ritira il prodotto
Prossimo articoloVinyl 01×05 – Analisi e Curiosità
Germana Giardullo
Giornalista pubblicista, collaboro dal 2015 con le testate zon.it e zerottonove.it in qualità di responsabile di redazione. Ho conseguito la laurea magistrale in filosofia politica discutendo una tesi dal titolo "identità ebraica, male totalitario e giudizio nel pensiero politico di Hannah Arendt", con votazione 110 e lode. Sono attratta dal mondo della comunicazione, dai suoi diversi linguaggi e dalle nuove tecnologie d'informazione. Interessata alla politica, l'attualità e al cinema in generale. Nello specifico il cinema d'autore degli anni cinquanta, sessanta e settanta.