Treni: circolazione sospesa tra Roma e Firenze per incendio doloso



Treni

Treni sospesi per circa due ore tra Rovezzano e Firenze Campo di morte hanno procurato ritardi fino a 180 minuti. Sospensione dovuta ad un incendio scoppiato in una cabina dell’alta velocità probabilmente di origine dolosa

Treni fermi per circa 180 minuti. A prendere la decisione della sospensione della circolazione la Rfi che in via precauzionale ha bloccato la viabilità ferroviaria nel tratto interessato, a seguito di un incendio di probabile natura dolosa.

Quindi sospesi tutti i treni tra Roma e Firenze, il blocco è iniziato questa mattina dalle 5:10. Tuttora sono in corso gli accertamenti della Polizia giudiziaria giunta sul posto per verificare le dinamiche dell’accaduto. Sembrerebbe tutto essere ricondotto ad un incendio scoppiato doppiato in una cabina dell’alta velocità alle prime ore del mattino. Il fuoco ha reso necessaria l’evacuazione dell’intera area e il conseguente blocco del traffico ferroviario. Un’operazione congiunta tra vigili del fuoco e Polfer ha da subito fatto pensare ad un atto di natura dolosa.

A causa della sospensione dei treni, si registrano pesanti ritardi sia per i convogli provenienti da nord (tratta Milano e Bologna) che da sud (Napoli) con tempi di attesa fino a 120 minuti. I motivi del protrarsi del blocco non stanno nella gestione dell’incendio che è stato tempestivamente sedato dai vigili del fuoco, ma è dato dai rilievi in atto da parte della scientifica in sincrono con le indagini della Digos.

La rete ferroviaria italiana ha fatto sapere tramite la piattaforma “Viaggiatrano” che si sta lavorando alla riprogrammazione del traffico ferroviario, al fine di garantire più treni possibili e nelle fasce orarie di punta. Gli stessi viaggiatori sono costantemente informati sulla situazione attraverso continui aggiornamenti. Il tutto fa parte di un’operazione di ripristino dalla normale funzionalità dell’infrastruttura, al fine di limitare i danni.

 

Leggi anche