twitter
Immagine da Pixabay

Lanciato da Twitter un nuovo strumento per combattere la disinformazione: si tratta del forum Birdwatch, che ha lo scopo di aiutare a segnalare contenuti potenzialmente fuorvianti

Il problema della disinformazione permea ormai i media nella loro interezza. Risulta sempre più difficile proteggere se stessi e gli altri da fake news e contenuti fuorvianti. Per questo motivo, il noto social Twitter ha deciso di dar vita ad un forum che abbia lo scopo di rendere più semplice il controllo delle informazioni sulla sua piattaforma. Si tratta di Birdwatch, una funzione presentata lunedì e che si spera potrà favorire la nascita di una comunità che possa aiutare a moderare ed etichettare tutti i tweet, segnalando quelli più critici. Il progetto sarà inizialmente reso disponibile solo per un piccolo gruppo di utenti – per lo più in base all’ordine di arrivo – e non verrà data priorità a persone di alto profilo. Col tempo, l’obiettivo sarà quello di rendere le note visibili direttamente su ogni Tweet per l’intero pubblico.

Potrebbe interessarti:

Gli utenti di Birdwatch possono contrassegnare i tweet da un menu a tendina direttamente nell’interfaccia principale di Twitter, ma la discussione sulla veridicità di un tweet rimarrà esclusivamente nella sezione Birdwatch. I partecipanti sono in grado di valutare le note degli altri, come meccanismo per impedire agli utenti in malafede di giocare con il sistema e di etichettare erroneamente i tweet veri come falsi e viceversa. Tali valutazioni vengono quindi assemblate in un profilo diverso da quello ufficiale, non diversamente dal sistema di valutazione degli utenti di Reddit.

Nell’ultimo anno, complice la pandemia da Coronavirus, è emerso sempre il più il problema della cattiva informazione ai danni dei fruitori dei social e di Internet in generale. Twitter ha di recente dichiarato a NBC News di essere ottimista in seguito ai primi test del programma, in corso nell’ultimo anno. La rete televisiva ha riportato per la prima volta una demo trapelata a riguardo lo scorso febbraio.

Letture Consigliate