Us Open choc, Federer cede di schianto a Dimitrov ed esce ai quarti



Dimitrov, Srdjian Djokovic
Foto; YT US Open

Roger Federer saluta gli US Open ai quarti di finale: lo svizzero cede in 5 set al bulgaro Dimitrov per ‘colpa’ di problemi alla schiena

Grande sorpresa agli US Open: dopo il ritiro di Novak Djokovic agli ottavi contro Wawrinka, saluta il torneo anche Roger Federer.

Lo svizzero, dato come uno dei favoriti, perde in 5 set contro il bulgaro Dimitrov e chiude anticipatamente la sua avventura nel torneo statunitense. La sfida – durata 3 ore e 12 minuti – aveva visto un Federer avanti agevolmente dopo il primo set, chiuso 6-3 in meno di mezz’ora ma poi nel secondo si iniziano ad avvertire i problemi fisici per lo svizzero.

Dimitrov conquista il set (4-6), grazie anche ai molti errori di Roger e ritorna in partita. Il numero 3 al mondo però va oltre i dolori e si prende il terzo set (6-3) in meno di 40 minuti. Il quarto set è quello più combattuto del match ma il break di Dimitrov praticamente all’inizio del gioco, vale il 2-2.

Ed è qui che ‘esplodono’ i dolori di Federer: la schiena e la meno freschezza rispetto al suo avversario sono letali contro di lui e Dimitrov (che mai aveva vinto contro lo svizzero) lo regola con un 6-2 e chiude la partita. Quello di New York è diventata una maledizione per Roger: l’ultima vittoria risale al 2008.

Dimitrov si regala la semifinale contro Medvedev, due autentiche sorprese: il russo ha sconfitto Wawrinka (7-6, 3-6, 6-3, 6-1). Ma l’attesa più grande è sicuramente quella di oggi, soprattutto per i colori italiani: Matteo Berrettini attende il francese Monfils per centrare un posto in semifinale contro uno tra Rafa Nadal e l’argentino Schwartzmann. Sognare è lecito.

Leggi anche