Van Gogh, vita affettiva e influenze artistiche in mostra

van gogh

Dal 21 settembre al 12 gennaio “Van Gogh’s Inner Circle: Friends, Family, Models”, alla scoperta degli affetti e delle influenze artistiche di Van Gogh

Van Gogh protagonista di una nuova mostra presso l’Het Noordbrabants Museum di ‘s-Hrtogenbosch, intitolata: “Van Gogh’s Inner Circle: Friends, Family, Models”.

Si tratta di 90 capolavori che raccontano i suoi segreti, dall’intimità dei suoi affetti fino alle influenze artistiche di colleghi come Gauguin e Bernard.

Opere che raccontano storie, come Natura morta con Bibbia in arrivo dal museo della capitale olandese, Madame Roulin che dondola la culla  (o La Berceuse) dell‘Art Institute di Chicago, l’Arlesiana (Madame Ginoux) proveniente dalla Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma

E ancora le note lettere al fratello Theo, quella spedita da Gaugin per della sua morte, e tante altre testimonianze come l’album da disegno del Maestro per Matthijs Maris e Betsy Tersteeg. 

Un collezionista privato ha permesso di esporre anche una lettera di Van Gogh indirizzata a Signac, oltre alle epistole con il fratello.

In onore del rapporto speciale sotto il segno dell’amore per l’arte e la cultura, una sezione speciale dedicata a loro due, con il ritratto di Theo, lettere, poesie e disegni indirizzati a lui.

L’Het Noordbrabants Museum è un viaggio a ritoso nella vita e nella produzione artistica di di Van Gogh. A cominciare da opere giovanili come Contadina che scava, Mulino ad acqua, Natura morta con bottiglie e conchiglia, per proseguire con Il giardino della canonica a Neuen.

Da quest’anno saranno prestati capolavori dal Rijksmuseum di Amsterdam e dall‘Agenzia per il Patrimonio Culturale dei Paesi Bassi e da esclusive collezioni private.