venezia delfini
pixabay

Le restrizione per il Covid-19 e la scarsa presenza umana, hanno spinto una coppia di delfini ad addentrarsi all’interno della laguna di Venezia, fino a spingersi nel Canal Grande

L’uomo e la natura, purtroppo, molto spesso non sono in simbiosi. Dove c’è l’uomo, l’animale ha imparato a tenersi alla larga per salvaguardare la propria vita. A dimostrazione di questa tesi, il fatto che quando l’uomo si allontana ecco che ritornano anche molti animali. Già lo scorso anno, in seguito alle ferree restrizioni dovute al primo lockdown, molti animali erano stati avvistati nei parchi, per le strade e in acqua. A Venezia fu avvistato un coccodrillo e alcuni polpi ed è proprio a Venezia che, ad un anno dall’inizio della pandemia, quando ci si ritrova ancora a combattere contro una terza terribile ondata di contagi, una coppia di delfini fa capolino all’interno della laguna.

Potrebbe interessarti:

Avvistati da diversi abitanti del posto, i due esemplari hanno dapprima nuotato nel bacino di San Marco, nel canale della Giudecca, dove sono stati avvistati la prima volta. A questo punto Sala Operativa della Capitaneria di Porto di Venezia ha inviato un mezzo al fine di controllare che nessuno infastidisse i due cetacei. Successivamente si sono allontanati per poi essere di nuovo avvistato addirittura nel Canal Grande. La Guardia Costiera raccomanda a tutti coloro che dovessero nuovamente avvistarli, di segnalare la loro presenza e di non intervenire in alcun modo per evitare di spaventarli. Dell’accaduto è stato avvertito anche il Cetacean Emergence Response Team (Cert) dell’Università di Padova.

Letture Consigliate